Afterhours – Voglio Una Pelle Splendida

Afterhours - Voglio Una Pelle Splendida

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Afterhours - Voglio Una Pelle Splendida

Album

Hai paura del buio? è il quarto album in studio del gruppo musicale italiano Afterhours, pubblicato nel 1997 dalla Mescal.

Il disco

Si tratta del secondo album cantato in lingua italiana dopo il precedente Germi (1995).

L'album nasce da un periodo difficile, poiché la fine dell'etichetta Vox Pop aveva segnato il percorso musicale degli Afterhours, che rimasero senza casa discografica. Fu la Mescal ad accettare il lavoro.

Dopo questo album, il bassista Alessandro Zerilli abbandonerà il gruppo.

Stile e critica

È considerato anche dalla critica non italiana il migliore tra gli album del gruppo, che proprio grazie ad esso verrà consacrato definitivamente come una delle band più significative della scena indie rock italiana.

È l'opera più completa del gruppo, nel quale si fondono punk (Sui giovani d'oggi ci scatarro su), hardcore punk (Dea e Lasciami leccare l'adrenalina), pop-rock (Voglio una pelle splendida) e post grunge (Male di miele). Nasce in un periodo di vitalità produttiva del gruppo (ben 19 le tracce) e si caratterizza per la capacità di misurarsi con generi e sonorità differenti.

I testi si contraddistinguono per l'ironia, per l'irriverenza nei confronti degli ideali borghesi e dei falsi miti; una sorta di manifesto è Sui giovani d'oggi ci scatarro su, nella quale Manuel Agnelli, in un ritmo incalzante, urla: "Come pararsi il culo e la coscienza è un vero sballo / Sabato in barca a vela, Lunedì al Leoncavallo / l'alternativo è tuo papà".

Si fa uso anche della tecnica del cut-up, come già nel precedente Germi. Tra le tracce del disco alcune tra le più importanti della discografia della band milanese: la forsennata Dea, la violenta Lasciami leccare l'adrenalina, il riff travolgente di Male di miele, la dolcezza di Pelle, il sarcasmo di Questo pazzo pazzo mondo di tasse. Probabilmente Rapace e Punto G sono due canzoni simbolo per l'album, visto che al loro interno si fondono diversi generi musicali.

Nel 2013 il disco ha vinto il referendum indetto tra una giuria di giornalisti dal Meeting delle etichette indipendenti come miglior album indipendente degli ultimi 20 anni. Ha vinto anche un sondaggio di preferenza tra il pubblico del sito rockit.it sugli album italiani degli ultimi 15 anni.

Festival Hai paura del buio?

Nel luglio 2013 Hai paura del buio? dà il nome ad un nuovo progetto: un festival culturale itinerante promosso dagli Afterhours a cui prendono parte non solo altri musicisti (tra cui Marta sui Tubi, Il Teatro degli Orrori, i Ministri, Daniele Silvestri e Verdena), ma anche attori di cinema e teatro (Antonio Rezza con Flavia MastrellaMichele Riondino), scrittori (Chiara GamberalePaolo Giordano), disegnatori e ballerini.

Hai paura del buio? Reloaded and Remastered

L'11 marzo 2014 è stata pubblicata per Universal Music un'edizione speciale di Hai paura del buio?, contenente la versione rimasterizzata dell'album originale (Remastered) ed un nuovo CD che vede coinvolti diversi artisti di spicco della musica italiana ed internazionale, che hanno collaborato con gli Afterhours per reinterpretare tutti i brani che compongono l'album e proporre al pubblico una versione nuova e particolare (Reloaded).

Alla realizzazione di questo lavoro partecipano tra gli altri Marta sui tubi, Il Teatro degli Orrori, Piero Pelù, Eugenio Finardi, Samuel Romano (Subsonica), John ParishMark LaneganDamo SuzukiRachele Bastreghi (Baustelle), Bachi da pietraPiers FacciniNic Cester, Joan as Policewoman e altri.

Il disco viene anticipato dal singolo Voglio una pelle splendida (feat. Samuel Romano) e viene reso disponibile in tre formati: doppio CD, digitale (con l'inserimento del brano Voglio una pelle splendida feat. Daniele Silvestri) e boxset edizione deluxe in tiratura limitata (1000 copie) composto da due doppi vinili e doppio CD

Il disco è entrato direttamente al secondo posto degli album più venduti in Italia (classifica FIMI).

Hai paura del buio? Il film

Il 26 novembre 2014 è stato pubblicato con Feltrinelli Real Cinema il DVD dedicato al tour Hai paura del buio? Remastered, realizzato da Giorgio Testi. Uscito in versione cofanetto DVD + booklet fotografico a cura di Andrea Samonà, viene registrato all'Alcatraz di Milano il 26 marzo 2014 e presenta l'album nella sua interezza seguendo la scaletta originale.


Artist

Gli Afterhours sono un gruppo rock italiano formatosi a Milano nella seconda metà degli anni ottanta.

Assieme ai Marlene Kuntz sono considerati i portabandiera dell'alternative rock italiano.

L'attuale formazione è composta da Manuel Agnelli, leader e voce del gruppo, Roberto Dell'Era (basso), Rodrigo D'Erasmo (violino, tastiere) e Xabier Iriondo(chitarra), Fabio Rondanini (batteria) e Stefano Pilia (chitarre).

Nascono ufficialmente nel 1986 da un'idea di Manuel Agnelli. La prima formazione comprendeva Paolo Cantù (precedentemente chitarrista del gruppo industrial Tasaday, poi membro dei Six Minute War Madness e degli A Short Apnea) alla chitarra, Lorenzo Olgiati al basso, Alessandro Pelizzari alla batteria, poi sostituito da Max Donna.

Il nome del gruppo voleva essere un omaggio ai The Velvet Underground di Lou Reed, autori della canzone omonima.

Con l'album Germi del 1995, il primo cantato in lingua italiana, che emergono chiaramente le caratteristiche tipiche che faranno la fortuna della band: suono diretto, talvolta con inaspettate aperture melodiche, talvolta squisitamente punk, ispirazioni noise, psichedeliche, post-punk e post-grunge, ma anche extra-musicali con elementi burroughsiani e dadaisti, liriche anarchiche, a volte sarcastiche, beffarde e sensuali. È un album molto sperimentale e dirompente, dove l'uso del cut-up alla Burroughs viene usato forse in modo più massiccio.

Video

Testo

Stringimi madre, ho molto peccato
Ma la vita è un suicidio, l'amore un rogo
E voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida
Senza un finale che faccia male
Coi cuori sporchi e le mani lavate
A salvarmi, vieni a salvarmi, salvami
Bacia il colpevole se dice la verità
Ma si (x4)

Passo le notti, nero e cristallo
A sceglier le carte che giocherei
A maledire certe domande
Che forse era meglio non farsi mai
E voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida
A salvarmi, vieni a salvarmi, salvami
Bacia il colpevole se dice la verità
Ma si (x4)

Voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida
A salvarmi, vieni a salvarmi, salvami
Bacia il colpevole se dice la verità
Ma si (x4)

Feat. Samuel

Live 2012

Live 1998

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi sono presi da angolotesti e da testicanzoni di MTV