Arcade Fire – Deep Blue

Arcade Fire - Deep Blue

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Arcade Fire - Deep Blue

Album

The Suburbs è il terzo album della band indie rock canadese Arcade Fire, pubblicato nel 2010.

Il disco

Uscito in tutto il mondo il 2 agosto del 2010, l'album conquista la prima posizione degli album più venduti in Belgio, Portogallo, Regno Unito, Irlanda, USANorvegia e Canada.

L'album ha ispirato un cortometraggio di 28 minuti Scenes from the Suburbs (it:scene di periferia) scritto da Spike Jonze (anche regista) e dagli stessi fratelli Butler. A partire dal 27 giugno 2011 è stato reso disponibile in streaming gratuito sul sito MUBI.

Ha raggiunto l'undicesima posizione tra i migliori album del 2010 secondo Pitchfork. Deep Blue fa parte dell'album.


Artist

Gli Arcade Fire sono un gruppo musicale indie canadese formatosi nel 2001 a Montréal. La band è composta dal cantante e frontman statunitense Win Butler, da sua moglie, la polistrumentista Régine Chassagne, e da William Butler (fratello del leader), Richard Reed Parry, Tim Kingsbury, Jeremy Gara e Sarah Neufeld.

La band ha debuttato nel 2003 con l'ep omonimo. L'anno seguente uscì l'album Funeral, ricevendo un grande consenso da parte della critica specializzata, e un modesto riscontro commerciale; altri due lavori discografici hanno ottenuto crescente successo di critica e di pubblico: Neon Bible, pubblicato nel 2007, è stato definito "uno dei migliori album indie rock della storia", mentre il più recente The Suburbs ha debuttato al primo posto della Billboard 200 e ha ottenuto il Grammy per il Miglior Album dell'Anno, il primo album indipendente a ricevere tale riconoscimento.

La band è nota per la ricchezza del proprio sound, caratterizzato da armonizzazioni complesse, date dall'interazione tra diversi strumenti musicali, tra cui chitarre, batteria, basso, pianoforte, violino, viola, violoncelli, contrabbasso, xilofono, glockenspiel, tastiera, corno francese, fisarmonica, arpa, mandolino, organo e ghironda, oltre che per le abilità esecutive dal vivo.

Gli Arcade Fire hanno ottenuto diversi riconoscimenti e hanno ricevuto apprezzamenti anche da altri artisti, quali David Bowie, Chris Martin, Simple Minds e Bono. Oltre all'attività musicale, la band ha sperimentato diverse forme di espressione artistica, tra cui un progetto cinematografico realizzato con la regia di Spike Jonze, Scenes From the Suburbs, inizialmente presentato nel 2011 al Festival internazionale del cinema di Berlino e successivamente pubblicato in rete.

Audio

Lyrics

Here
Are my place and time
And here in my own skin
I can finally begin
Let the century pass me by
Standing under night sky
Tomorrow means nothing

I was only a child then
Feeling barely alive when
I heard a song from the speaker of a passing car
And prayed to a dying star
The memory's fading
I can almost remember singing

We watched the end of the century
Compressed on a tiny screen
A dead star collapsing and we could see
That something was ending
Are you through pretending
We saw its signs in the suburbs

You could never have predicted
That he could see through you
Kasparov, Deep Blue, nineteen-ninety six
Your mind's pulling tricks now
The show is over so take a bow
We're living in the shadows

Hey
Put the cellphone down for a while
In the night there is something wild
Can you hear it breathing?
And hey
Put the laptop down for a while
In the night there is something wild
I feel it, it's leaving me

Testo

Qui
E' dove vivo e dove passo il tempo
E qui nella mia stessa pelle
Posso finalmente iniziare
Lasciare che passi questo secolo
Rimanendo sotto il cielo della notte
Domani non ha nessuno senso

Ero sono un ragazzino all'epoca
Mi sentivo a malapena vivo quando
Ascoltai una canzone da un auto che passava
E pregai una stella cadente
Il ricordo sta svanendo
Riesco a malapena a ricordare come cantare

Abbiamo assistito alla fine del secolo
Compressa su un piccolo schermo
Una stella morta collassare e potevamo vedere
Che qualcosa stava finendo
Stai davvero fingendo
Che abbiamo visto i suoi segni in periferia?

Non avresti mai potuto presagire
Che potesse vedere attraverso di te
Kasparov, Deep Blue, 1996
La tua mente adesso ti gioca degli scherzi
Lo spettacolo è finito puoi inchinarti
Viviamo nell'ombra

Ehi
Posa un attimo il cellulare
Nella notte c'è qualcosa di selvaggio
Riesci a sentirlo respirare?
E ehi
Posa un attimo il portatile
Nella notte c'è qualcosa di selvaggio
Lo sento, mi sta lasciando




Scenes From The Suburbs




Boyhood




Live 2010