Jimi Hendrix – Machine Gun

Jimi Hendrix - Machine Gun

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Jimi Hendrix - Machine Gun

Song

Machine Gun è un brano musicale composto e registrato da Jimi Hendrix e pubblicato all'interno dell'album Band of Gypsys del 1970.

Il brano

Si tratta di una lunga improvvisazione hard rock, nata da una jam session, che può essere vagamente definita una canzone di protesta contro la guerra del Vietnam, e forse intesa come una critica più ampia di ogni forma di conflitto. Introducendo il brano a Berkeley, Hendrix disse:

«Vorrei dedicare questa canzone ai soldati che combattono a Berkeley, sapete di quali soldati parlo... , e, oh certo, anche i soldati in Vietnam... e dedicarla ad altre persone che stanno combattendo altre guerre, magari con loro stessi, non guardando in faccia la realtà».

Anche se una vera e propria versione in studio della canzone non è mai stata pubblicata, esistono svariate versioni dal vivo incluse in altri album, come Live at BerkeleyBlue Wild Angel: Live at the Isle of Wight, e Voodoo Child: The Jimi Hendrix Collection.

L'esecuzione di Machine Gun presente in Band of Gypsys viene spesso definita una delle migliori performance di Hendrix alla chitarra elettrica. Questa versione dura circa 12 minuti. Gli estesi assoli di Hendrix e i riff della sezione ritmica si combinano al feedback controllato in modo da simulare i rumori di un campo di battaglia: elicotteri, bombe che cadono, esplosioni, raffiche di mitragliatrici, urla e pianti dei feriti.

Il brano si apre con un'introduzione di chitarra all'interno della quale Hendrix e Buddy Miles simulano, attraverso trentaduesimi, stoppate e rullati, il sinistro e secco crepitìo di un fucile automatico. La traccia prosegue con la parte nella quale Hendrix avviluppa la chitarra alla sua voce, con una sconvolgente fluidità e naturalezza.

Quando poi si concentra sulla chitarra inizia a improvvisare un blues psichedelico alternando i vari effetti a sua disposizione, come i vari pedali, la leva del vibrato ed i pick-up. Con il passare dei minuti il frastuono diventa sempre più rumoroso, simulando le bombe, le sirene e le mitragliate dei fucili automatici dimostrando tutta la sua disapprovazione per l'uso delle armi e per la guerra stessa.

Composizione

Scene di combattimento durante la guerra in Vietnam.

Machine Gun debuttò dal vivo nel settembre 1969 eseguita da Hendrix insieme al batterista Mitch Mitchell e al bassista Billy Cox. Il brano venne trasmesso nel corso del Dick Cavett Show nella settimana del 5 settembre. La maggior parte delle versioni conosciute si aggirano tra i dieci e i venti minuti di durata, con variazioni del testo.

Nello specifico, le parole del testo spesso cambiavano da concerto a concerto, anche se la costante era il punto di vista di un soldato in guerra:

(EN)«Machine gun, tearin' my body all apart,
Evil man make me kill you, evil man make you kill me,
Evil man make me kill you, even though we're only families apart.
Well, I pick up my axe and fight like a farmer,
But your bullets still knock me down to the ground.»
(IT)«Mitragliatrice, riducendo il mio corpo a brandelli
L'uomo malvagio vuole che ti uccida, l'uomo malvagio vuole che mi uccidi
L'uomo malvagio vuole che ti uccida, anche se siamo solo famiglie divise
Bene, prendo la mia ascia e lotterò come un contadino
Ma i tuoi proiettili ancora mi abbattono al suolo»
(Machine Gun, Jimi Hendrix)

Due versioni del pezzo appaiono nell'album Live at the Fillmore East del 1999. Una quarta è inclusa in Machine Gun: The Fillmore East First Show (2016).

Versione in Midnight Lightning

Durante la composizione e registrazione di quello che avrebbe dovuto essere il quarto album in studio di Hendrix, Jimi iniziò una versione in studio di Machine Gun, che venne poi pesantemente editata in fase di post produzione dal produttore Alan Douglas e pubblicata nel 1975 sull'album postumo Midnight Lightning.

Questa versione, ridotta a 7:30, non fu ben accolta dai fan, in quanto Douglas aveva portato in sala d'incisione dei turnisti per sovraincidere batteria, basso e persino parti di chitarra, che risultavano mancanti o di scarsa qualità sonora.


Album

Band of Gypsys è l'unico album live registrato dall'omonimo gruppo guidato da Jimi Hendrix nonché l'ultimo album pubblicato con lui ancora in vita.

Produzione

L'album Band of Gypsys nasce dalla registrazione del concerto sostenuto a capodanno del 1969 al Fillmore East di New York dal nuovo gruppo creato da Hendrix, i "Band of Gypsys". Il gruppo sostenne quattro concerti in due giorni, il 31 dicembre del 1969 e il 1º gennaio del 1970.

Il 5 febbraio 1970, Hendrix aveva già completato una buona parte del lato A del disco. Il 14 febbraio incominciò a lavorare al lato B. Il lavoro di ottimizzazione del disco proseguì per un periodo prolungato, e anche dopo la quinta registrazione Hendrix aveva apportato alcune piccole modifiche, dato il suo perfezionismo. Anche quest'album fu prodotto da Hendrix con l'aiuto dell'ingegnere del suono Eddie Kramer.

Registrazione

Le registrazioni originali risalgono al capodanno del 1969, esattamente al 31 dicembre 1969 e al 1º gennaio 1970. Le registrazioni vennero fatte durante le quattro esibizioni del gruppo al Fillmore East a New York. Due settimane dopo il concerto Hendrix si riunì con Eddie Kramer per assemblare le varie registrazioni e dare alla Capitol Records il materiale necessario per la pubblicazione dell'album.

Il live venne inserito su un singolo disco, sul lato A furono incisi due brani mentre sul lato B ne furono incisi ben quattro. Il materiale presente sul disco fa parte delle registrazioni della terza e quarta esibizione, perché il materiale delle prime due esibizioni era inutilizzabile per alcuni problemi tecnici durante la registrazione in presa diretta al Fillmore.

Nello specifico Who Knows e Machine Gun provengono dalle registrazioni della terza serata mentre Them Changes, Power Of Soul, Message Of Love e We Gotta Live Together sono tratte dalla quarta esibizione della band.

Le registrazioni dell'album si svolsero presso gli Electric Lady Studios, gli studi di registrazione di Hendrix.

Pubblicazione e copertina

Il live venne pubblicato negli Stati Uniti il 25 marzo 1970 dalla Capitol Records. La copertina utilizzata dalla Capitol era una foto che raffigurava Hendrix con la sua Fender durante l'esibizione al Fillmore East.

Il disco riscosse un buon successo entrando nella classifica americana e piazzandosi al quinto posto. Nel Regno Unito l'album venne pubblicato il 14 giugno 1970 dalla Track Records, la quale cambiò la copertina del disco, utilizzando una foto che raffigurava delle bambole di pezza con le fattezze di Hendrix, Brian JonesBob Dylan e del DJ britannico John Peel.

Anche qui il live se la cava bene raggiungendo la sesta posizione nella classifica britannica. Nel resto del mondo è la Polydor Records a distribuire il live con la copertina originale, mentre in Giappone la Polydor decide di pubblicare l'album con la copertina britannica.

Brani

Il primo lato dell'album si apre con il brano Who Knows, una canzone inedita, nella quale si può sentire duettare al microfono Hendrix e Buddy nella prima strofa, dando l'illusione di una traccia appoggiata e organizzata, per poi perdersi in lunghi manierismi del batterista. In effetti l'assolo di batteria si dilunga per un tempo abbastanza prolungato senza molta gloria.

Il secondo brano si intitola Machine Gun, invocazione pacifista e al contempo mirabolante tour de force espressivo dell'ex-paracadutista James Marshall Hendrix. La canzone esprimeva tutta la disapprovazione del chitarrista contro la crudeltà e l'inutilità della guerra che gli Stati Uniti d'America stavano sostenendo in Vietnam.

Il brano si apre con un'intro di chitarra all'interno del quale Hendrix e Buddy simulano, attraverso trentaduesimi, stoppate e rullati, il sinistro e secco crepitìo di un fucile automatico. Quando si concentra sulla chitarra comincia a improvvisare un blues psichedelico alternando i vari effetti a sua disposizione, come i vari pedali, la leva del vibrato e i pick-up.

Con il passare dei minuti il frastuono diventa sempre più rumoroso, simulando le bombe, le sirene e le mitragliate dei fucili automatici dimostrando tutta la sua disapprovazione per l'uso delle armi e per la guerra stessa. Verso la fine della canzone Jimi si rivolge al pubblico. Così si conclude il primo lato del disco.

Il secondo lato del disco si apre con Changes, una canzone funk, composta e cantata da Miles, nella quale Hendrix alterna parti ritmiche ad assoli (anche sfruttando l'effetto wah-wah). Il secondo brano è intitolato Power to Love. Nel brano Jimi escogita alcune invenzioni ritmiche ("spareggiando" il tempo, ad esempio). Message of Love è il terzo brano.

Il riff di base del brano è tra i più celebri di Hendrix, che arricchisce l'accompagnamento di piccoli accordi, assoli e contrappunti. La parte cantata è caratterizzata da uno stile pacato e semi parlato. L'ultima traccia We Gotta Live Together è quella che subì una mutilazione vera e propria in quanto fu tagliata per motivi di spazio sul vinile; la durata originale era in origine più del doppio di quella inserita nel vinile.

Critica

L'ultimo album pubblicato da Jimi Hendrix in vita ha subito pareri contrastanti. Il pubblico e la critica rock non ne furono entusiasti, e lo percepirono come un'opera di declino rispetto al capolavoro acid-rock Electric Ladyland, a dispetto dello sperimentalismo verso una fusione tra rock e funk.

I meno "conservatori" apprezzarono invece il "nuovo" Hendrix, maggiormente vicino all'improvvisazione e alla ritmicità tipiche della black music. In ogni caso, indipendentemente dalle posizioni "ideologiche", l'album è considerato come uno dei migliori live mai realizzati.


Artist

James Marshall "Jimi" Hendrix (Seattle27 novembre 1942 – Londra18 settembre 1970) è stato un chitarrista e cantautore statunitense.

È stato uno dei maggiori innovatori nell'ambito della chitarra elettrica e del rock stesso: durante la sua parabola artistica, tanto breve quanto intensa, si è reso precursore di molte strutture e del sound di quelle che sarebbero state le future evoluzioni del rock attraverso un'inedita fusione di blues, rhythm and blues/soul, hard rock e psichedelia.

Secondo la classifica stilata nel 2011 dalla rivista Rolling Stone, è stato il più grande chitarrista di tutti i tempi. Si trova infatti al primo posto della lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone, precedendo Eric Clapton e Jimmy Page.

Due sue esibizioni, in particolare, sono entrate di prepotenza nell'immaginario collettivo: il suo esordio al festival di Monterey del 1967, in cui concluse la performance dando fuoco alla sua chitarra davanti a un pubblico allibito, e la chiusura del festival di Woodstock del 1969, durante la quale, con dissacrante visionarietà artistica, reinterpretò l'inno nazionale statunitense in modo provocatoriamente distorto e cacofonico che lui, però, definì bellissimo.

Ciò inoltre fece di lui uno dei maggiori critici riguardo alla guerra del Vietnam.

Il Festival dell'Isola di Wight e la morte

Il 30 agosto 1970 Hendrix si esibì in una crepuscolare performance allo storico Festival dell'Isola di Wight: i nastri integrali dell'esibizione sarebbero stati pubblicati ufficialmente soltanto trent'anni dopo.

Subito dopo vennero programmate diverse date lungo l'Europa per poter giustificare le consistenti spese sostenute dal chitarrista per mettere in sesto il suo avveniristico studio di registrazione e per le programmate registrazioni del suo nuovo album, provvisoriamente intitolato First Rays of New Rising Sun.

Il 6 settembre 1970 al Festival di Fehmarn in Germania, nella sua ultima esibizione dal vivo, Hendrix venne accolto da una selva di fischi e contestazioni da parte del pubblico a causa del ritardo del gruppo che avrebbe dovuto esibirsi la sera prima.

La mattina del 18 settembre 1970, Hendrix venne trovato morto nell'appartamento che aveva affittato al Samarkand Hotel di Londra, al 22 di Lansdowne Crescent.


Il Samarkand Hotel, dove Hendrix passò la sua ultima notte. Attualmente i locali dell'albergo risultano adibiti ad appartamenti privati.

La sua ragazza tedesca Monika Dannemann, presente nella stanza al momento del fatto, racconta di come Hendrix sia soffocato da un improvviso conato di vomito causato da un cocktail di alcool e tranquillanti; non è chiaro se il chitarrista sia morto nottetempo, come asserito dalla polizia, o se fosse ancora vivo all'arrivo dell'ambulanza e sia soffocato durante il trasporto in ospedale a causa del sopraggiungere di vomito in assenza di un supporto sotto la sua testa.

Il disco che aveva in preparazione venne pubblicato solo parzialmente nel 1971 con il titolo di Cry of Love e raggiunse la terza posizione della classifica Billboard: le registrazioni resteranno in circolazione in tale forma provvisoria fino al 1997, quando tutte le tracce vennero ordinatamente e interamente ripubblicate con il titolo originario di First Rays of New Rising Sun.

 

La sepoltura

Il complesso funerario della famiglia Hendrix al Memorial Park di Renton, Seattle.


Dopo la morte, le spoglie di Hendrix vennero riportate negli Stati Uniti d'America e sepolte nel Greenwood Memorial Park di RentonWashington, a sud di Seattle.

 

 

 

 


La lapide posta sulla tomba di Jimi Hendrix


Sulla lapide venne fatta incidere, assieme al nome, la sagoma di quella che fu la sua chitarra-simbolo, la Fender Stratocaster.

 

Jimi Hendrix - Machine Gun

Video

Lyrics

Machine gun
Tearing my body all apart

Machine gun
Tearing my body all apart

Evil man make me kill ya
Evil man make you kill me
Evil man make me kill you
Even though we're only families apart

Well I pick up my axe and fight like a farmer
(You know what I mean)
Hey and your bullets keep knocking me down

Hey I pick up my axe and fight like a farmer now
Yeah but you still blast me down to the ground

The same way you shoot me down baby
You'll be going just the same
Three times the pain
And your own self to blame
Hey machine gun

Oooooooooo

I ain't afraid of your mess no more, babe
I ain't afraid no more
After a while your your cheap talk don't even cause me pain
So let your bullets fly like rain
'Cause I know all the time you're wrong baby
And you'll be goin' just the same
Yeah machine gun
Tearing my family apart
Yeah yeah alright
Tearing my family apart

Don't you shoot him down
He's about to leave here
Don't you shoot him down
He's got to stay here
He ain't going nowhere
He's been shot down to the ground
Oh where he can't survive no no

Yeah that's what we don't wanna hear any more, alright
No bullets
At least here, huh huh
No guns, no bombs
Huh huh
No nothin', just let's all live and live
You know instead of killin'

Testo

Mitragliatrice
Facendo a pezzi il mio corpo

Mitragliatrice
Facendo a pezzi il mio corpo

L'uomo malvagio mi fa ammazzare
L'uomo malvagio ti fa uccidere me
L'uomo malvagio mi costringe ad ucciderti
Anche se siamo solo famiglie a parte

Bene, prendo la mia ascia e combatto come un contadino
(Sai cosa intendo)
Ehi e i tuoi proiettili continuano a buttarmi a terra

Ehi, prendo la mia ascia e combatto come un contadino adesso
Sì, ma mi fai ancora saltare a terra

Nello stesso modo in cui mi spari, piccola
Andrai lo stesso
Tre volte il dolore
E te stesso da incolpare
Ehi mitragliatrice

Oooooooooo

Non ho più paura del tuo casino, piccola
Non ho più paura
Dopo un po' le tue chiacchiere da quattro soldi non mi causano nemmeno dolore
Quindi lascia che i tuoi proiettili volino come pioggia
Perché so sempre che ti sbagli baby
E te ne andrai lo stesso
Sì mitragliatrice
Facendo a pezzi la mia famiglia
Sì, sì, va bene
Facendo a pezzi la mia famiglia

Non abbatterlo
Sta per andarsene di qui
Non abbatterlo
Deve restare qui
Non sta andando da nessuna parte
È stato abbattuto a terra
Oh dove non può sopravvivere no no

Sì, è quello che non vogliamo più sentire, va bene
Niente proiettili
Almeno qui, eh eh
Niente pistole, niente bombe
Eh eh
No niente, viviamo e viviamo tutti
Sai invece di uccidere




Audio Live 1970




Compilation




Full Concert