Klaxons – Golden Skans

Klaxons - Golden Skans

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Klaxons - Golden Skans

Song

"Golden Skans" is a song released by London band Klaxons on 22 January 2007, taken from their first album Myths of the Near Future, which was released on 29 January 2007.

The song reached number 16 in the UK Singles Chart on download sales on 14 January (two weeks before the release of the CD) and climbed to number 14 the next week, eventually reaching number seven after the CD release. It was a minor hit in Belgium, charting on the Ultratip charts of both Flanders and Wallonia. The track was also released on French label Ed Banger Records as a French-exclusive remix EP.

In May 2007, NME magazine placed "Golden Skans" at number 40 in its list of the 50 Greatest Indie Anthems Ever. In December 2007, NME voted "Golden Skans" as the best NME single of the year in 2007; furthermore their debut album was the NME album of the year. In October 2011, NME placed it at number 97 on its list "150 Best Tracks of the Past 15 Years".

Background

According to a radio interview with the Klaxons, the name "Golden Skans" is derived from a performance luminaire, the "Golden Scan" manufactured by Clay Paky.

Music video

The song's music video, directed by Saam Farahmand, is heavily influenced by "Can You Feel It" by The Jacksons. It features a message at the beginning very similar to the words spoken by the narrator in the "Can You Feel It" video.

It also features other elements from the Jacksons' video including an inventive and contemporary use of light and dark with all three band members represented as light particles wearing different coloured ribbons, destroying certain shapes and moving dramatically to the music.


Album

Myths of the Near Future è l'album di debutto della indie band inglese Klaxons, pubblicato il 29 gennaio 2007 dalla Polydor Records.

L'album, registrato a Battle, nell'East Sussex, contiene le versione ri-registrate di Gravity's RainbowAtlantis to Interzone e Four Horsemen of 2012, tracce già contenute in alcuni precedenti EP della band, ed i singoli Golden SkansMagick ed It's Not Over Yet.

Il nome dell'album è ispirato ad una raccolta di storie brevi, scritte dall'inglese J.G. Ballard. I testi di tutte le canzoni sono stati scritti dai Klaxons, eccetto quello di It's Not Over Yet, che è infatti una cover di Not Over Yet, pezzo del 1995 scritto da Rob Davies, Paul Oakenfold, Michael Wyzgowski.

Ad appena una settimana dall'uscita dell'album, il singolo Golden Skans ha raggiunto la settima posizione nell'UK Top 40 charts. L'album ha ricevuto critiche di varia natura, ma ha anche meritato una recensione molto positiva da parte dell'NME. In alcune versioni dell'album, al minuto 17:17 della traccia Four Horsemen of 2012 inizia una parte strumentale.


Artist

Klaxons sono un gruppo musicale synth rock inglese di Londra.

Hanno sinora pubblicato tre album (Myths of the Near FutureSurfing the Void e Love Frequency), due EP e diversi singoli. Il loro nome è ispirato dalla letteratura e dalla filosofia futurista, che fa del culto dell'automobile e della velocità un elemento centrale del Manifesto del futurismo.

Video

Lyrics

ooooooo ahhhh

Light touch my hand, in a dream of Golden Skans, from now on.
You can forget our future plans.
Night touch my hand with the turning Golden Skans,
From the night and the light, all plans are golden in your hand.

Set sail from sense, bring all her young.
Set sail from where we once begun.
While we wait, while we wait.

A hall of records, or numbers, or spaces still undone.
Ruins, or relics, disciples and the young.
A hall of records, or numbers, or spaces still undone.
Ruins, or relics, disciples and the young.

Light touch my hand, in a dream of Golden Skans, from now on.
You can forget our future plans.
Night touch my hand with the turning Golden Skans,
From the night and the light, all plans are golden in your hand.

ooooooo ahhhh

We sailed from sense, brought all our young.
We sailed from where we once begun.
While we wait, while we wait.

A hall of records, or numbers, or spaces still undone.
Ruins, or relics, disciples and the young.
A hall of records, or numbers, or spaces still undone.
Ruins, or relics, disciples and the young.

Light touch my hand, in a dream of Golden Skans, from now on.
You can forget our future plans.
Night touch my hand with the turning Golden Skans,
From the night and the light, all plans are golden in your hand
(x2)

ooooooo ahhhh

Testo

ooooooo ahhhh

La luce tocca la mia mano, in un sogno di Golden Skans, d'ora in avanti.
Puoi dimenticare i nostri progetti futuri.
La notte tocca la mia mano con le Golden Skans che ruotano,
Dalla notte e dalla luce, tutti i progetti diventano dorati nella tua mano.

Salpa dai sensi, porta tutta la sua freschezza.
Salpa dal luogo in cui una volta iniziammo.
Mentre aspettiamo, mentre aspettiamo.

Un atrio di voci, o di numeri, o di spazi ancora incompiuto.
Rovine, o cimeli, discepoli e freschezza.
Un atrio di voci, o di numeri, o di spazi ancora incompiuto.
Rovine, o cimeli, discepoli e freschezza.

La luce tocca la mia mano, in un sogno di Golden Skans, d'ora in avanti.
Puoi dimenticare i nostri progetti futuri.
La notte tocca la mia mano con le Golden Skans che ruotano,
Dalla notte e dalla luce, tutti i progetti diventano dorati nella tua mano.

ooooooo ahhhh

Abbiamo salpato dai sensi, abbiamo portato tutta la nostra freschezza.
Abbiamo salpato dal luogo in cui una volta iniziammo.
Mentre aspettiamo, mentre aspettiamo.

Un atrio di voci, o di numeri, o di spazi ancora incompiuto.
Rovine, o cimeli, discepoli e freschezza.
Un atrio di voci, o di numeri, o di spazi ancora incompiuto.
Rovine, o cimeli, discepoli e freschezza.

La luce tocca la mia mano, in un sogno di Golden Skans, d'ora in avanti.
Puoi dimenticare i nostri progetti futuri.
La notte tocca la mia mano con le Golden Skans che ruotano,
Dalla notte e dalla luce, tutti i progetti diventano dorati nella tua mano.
(x2)

ooooooo ahhhh




Jools Holland




Live




Live 2007