Little Richard – Lucille

Little Richard - Lucille

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Little Richard - Lucille

Song

Lucille è una canzone di Little Richard, composta da lui e dal blues man Albert Collins. Divenne una hit per Penniman: arrivò alla 10ª posizione delle classifiche in Gran Bretagna, e, negli Stati Uniti, alla 21ª di Billboard Hot 100 e alla prima R&B.

The song foreshadowed the rhythmic feel of 1960s rock music in several ways, including its heavy bassline and slower tempo. The scene-setting sections also feature stop-time breaks and no change in harmony, and it has a darker sound because most of the instruments use a low register.


Artist

Little Richard, nome d'arte di Richard Wayne Penniman (Macon5 dicembre 1932), è un cantautore statunitense, si fa chiamare anche The Original King of Rock and Roll ("Il vero re del Rock and Roll").

Figura di grande influenza sulla storia della musica e sulla cultura popolare del XX secolo, i suoi lavori più celebrati appartengono soprattutto agli anni cinquanta, periodo nel quale, grazie a un sound ritmato e veloce unito a una interpretazione vocale innovativa e a un look decadente, fu uno dei musicisti che aiutò il genere del rock and roll a nascere e a diffondersi, diventando uno dei primi rockers a impersonare lo stile trasgressivo e oltraggioso del genere.

La sua musica ha avuto un profondo impatto su generi come il soul e il funk e influenzò numerosi cantanti e musicisti dall'epoca rock al rap.

Video

Lyrics

In a bar in Toledo
across from the depot
on a bar stool
she took off her ring

I thought I’d get closer
so I walked on over
I sat down
and asked her name

when the drinks finally hit her
she said I’m no quitter
but I finally quit livin’ on dreams
I’m hungry for laughter
and here ever after
I’m after whatever the other life brings

In the mirror I saw him
and I closely watched him
I thought how he looked out of place
he came to the woman
who sat there beside me
he had a strange look on his face

the big hands were calloused
he looked like a mountain
for a minute I thought I was dead
but he started shakin’
his big heart was breakin’
he turned to the woman and said

You picked a fine time to leave me Lucille
with four hungry children
and a crop in the field
I’ve had some bad times
lived through some sad times
but this time your hurtin’ won’t heal
you picked a fine time to leave me Lucille

After he left us
I ordered more whisky
I thought how she’d made him look small
from the lights of the bar room
to a rented hotel room
we walked without talkin’ at all

she was a beauty
but when she came to me
she must have thought I’d lost my mind
I could’nt hold her
‘cos the words that he told her
kept coming back time after time

You picked a fine time to leave me Lucille
with four hungry children
and a crop in the field
I’ve had some bad times
lived through some sad times
but this time your hurtin’ won’t heal
you picked a fine time to leave me Lucille

Testo

In un bar di Toledo
di fronte alla stazione
seduta su uno sgabello
si tolse la fede

Pensai di avvicinarmi
così la raggiunsi
mi sedetti
e le chiesi il suo nome

Quando l’alcool cominciò a fare effetto
disse: “Non sono una che molla
ma devo smetterla di sognare
mi mancano le risate
e d’ora in poi
voglio tutto quello
che la vita può offrire”

Lo vidi nello specchio
e lo osservai attentamente
sembrava un pesce fuor d’acqua
si avvicinò alla donna
che mi sedeva di fianco
con uno strano sguardo negli occhi

Era una montagna d’uomo
con le mani callose
e per un attimo pensai di essere morto
ma lui cominciò a tremare
e con il cuore spezzato
si girò verso la donna e disse:

“Hai scelto un bel momento per lasciarmi, Lucille
con quattro figli da sfamare e un raccolto da fare
ho avuti momenti duri
attraversato periodi difficili
ma questa ferita non guarirà
hai scelto un bel momento per lasciarmi, Lucille”

Dopo che se ne fu andato
ordinai altro whiskey
e pensai a come l’aveva fatto sembrare meschino
dalle luci del bar
alla stanza di un hotel
camminammo senza nemmeno parlare

Lei era bellissima
ma quando mi si avvicinò
dovette pensare che fossi impazzito
non riuscivo ad abbracciarla
perché continuavano a tornarmi in mente
le parole che lui le aveva detto:

“Hai scelto un bel momento per lasciarmi, Lucille
con quattro figli da sfamare e un raccolto da fare
ho avuti momenti duri
attraversato periodi difficili
ma questa ferita non guarirà
hai scelto un bel momento per lasciarmi, Lucille

Live 1973

Live 1992