Suggestions

Mumford & Sons – Lover Of The Light

Pubblicato il
Mumford & Sons - Lover Of The Light - Idris Elba

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Mumford & Sons - Lover Of The Light

Oltre la bellezza della canzone è da segnalare il video, diretto e interpretato da Idris Elba, come uno dei più bei videoclip mai prodotti.


Song

"Lover of the Light" is a song performed by British rock band Mumford & Sons, released as the second single from their second studio album Babel (2012). It was released on 5 November 2012 as a digital download. The song was written by Mumford & Sons and produced by Markus Dravs.

Music video

A music video to accompany the release of "Lover of the Light" was first released onto YouTube on 4 November 2012 at a total length of five minutes and fifty-five seconds. It was co-directed by British actor Idris Elba and British screenwriter Dan Cadan.

The video does not feature the band, it tells the story of a blind man (Elba) who puts aside his cane and runs free, ending with him at the edge of a cliff. A similar setting is used in the clip Glósóli of the Icelandic post-rock band Sigur Rós, part of their 2005 album Takk....


Album

Babel è il secondo album del gruppo britannico Mumford & Sons ed è uscito il 21 settembre 2012 in GermaniaLussemburgoBelgioIrlandaAustraliaNuova ZelandaNorvegia e Paesi Bassi, il 24 settembre nel Regno UnitoAmerica MeridionaleItaliaSpagnaScandinavia ed Europa orientale e il 27 settembre in America del Nord.

L'album è composto da 12 canzoni a cui si aggiungono tre bonus track nella versione Deluxe.

L'album arriva dopo il fortunato predecessore Sigh No More del 2009. Nel 2013 vince il premio dei Grammy Awards 2013 come miglior album dell'anno.


Artist

I Mumford & Sons sono un gruppo musicale indie folk formatosi nel 2007 a Londra, composto da Marcus Mumford (voce, chitarrabatteria), Ben Lovett (voce, tastierepianofortefisarmonica) Winston Marshall (voce, chitarra, banjobasso) e Ted Dwane (voce, basso, contrabasso, batteria).

Stile musicale e influenze

Mumford & Sons sono stati descritti dal The Hollywood Reporter e Forbes come un gruppo folk rock. Hanno iniziato utilizzando strumentazione di tipo bluegrass e folk, con gli strumenti di base di chitarra acusticabanjopianoforte e un contrabbasso, suonato con uno stile ritmico riconducibile a rock alternativo e folk.

Nel documentario Big Easy Express, Marcus Mumford riconosce l'influenza degli Old Crow Medicine Show : "Ho sentito la musica degli Old Crow quando avevo, più o meno, 16 o 17 anni e davvero mi ha spinto, verso la musica folk, e il bluegrass. Ho ascoltato Bob Dylan, ma non mi sono davvero avventurato nel mondo del country così tanto."

Mumford riconosce che "la band li ha ispirati a prendere il banjo e iniziare le loro ormai famose serate country a Londra." Ketch Secor, il frontman degli Old Crow, concorda: "Quei ragazzi hanno colto il messaggio e ci hanno fatto carriera."

Emmylou Harris è stata "tra gli artisti che hanno aiutato Mumford e i compagni di band Ben Lovett, Ted Dwane e Winston Marshall a scoprire il loro amore per la musica roots americana, iniziando con "O Brother, Where Art You?" la famosa colonna sonora (...) che alla fine li ha portati a conoscere gli Old Crow Medicine Show e poi ad immergersi profondamente nei suoni d'altri tempi, dal passato a lungo trascurato dell'America."

Video

Lyrics

In the middle of the night, I may watch you go
There'll be no value in the strength of walls that I have grown
There'll be no comfort in the shade of the shadows thrown
But I'd be yours if you'd be mine

Stretch out my life and pick the seams out
Take what you like, but close my ears and eyes
Watch me stumble over and over

I have done wrong, you build your tower
But call me home and I will build a throne
And wash my eyes out never again

(chorus)
But love the one you hold
And I'll be your goal
To have and to hold
A lover of the light

Skin too tight and eyes like marbles
You spin me high, so watch me as I glide
Before I tumble homeward, homeward

I know I tried, I was not stable
Flawed by pride, I miss my sanguine eyes
So hold my hands up, breathe in and breathe out

(chorus)

And in the middle of the night, I may watch you go
There'll be no value in the strength of walls that I have grown
There'll be no comfort in the shade of the shadows thrown
You may not trust the promises of the change I'll show
But I'd be yours if you'd be mine

(chorus)

(chorus)

Testo

Nel cuore della notte, potrei vederti andar via
Non ci sarà alcun valore nella forza dei muri che ho coltivato
Non ci sarà conforto all'ombra delle ombre proiettate
Ma sarei tuo se tu fossi mio

Allunga la mia vita e scegli le cuciture
Prendi quello che ti piace, ma chiudi orecchie e occhi
Guardami inciampare ancora e ancora

Ho sbagliato, tu costruisci la tua torre
Ma chiamami a casa e costruirò un trono
E lavarmi gli occhi mai più

(rit.)
Ma ama quello che hai in mano
E sarò il tuo obiettivo
Da avere e da mantenere
Un amante della luce

Pelle troppo tesa e occhi come marmi
Mi fai girare in alto, quindi guardami mentre scivolo
Prima che io rotoli verso casa, verso casa

So di aver provato, non ero stabile
Imperfetto dall'orgoglio, mi mancano i miei occhi sanguinanti
Quindi tieni le mani in alto, inspira ed espira

(rit.)

E nel cuore della notte, potrei vederti andare via
Non ci sarà alcun valore nella forza dei muri che ho coltivato
Non ci sarà conforto all'ombra delle ombre proiettate
Potresti non fidarti delle promesse del cambiamento che mostrerò
Ma sarei tuo se tu fossi mio

(rit.)

(rit.)

Live

Live

Vevo 2013