Neil Young & Crazy Horse – Down By The River

Neil Young & Crazy Horse - Down By The River

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Neil Young & Crazy Horse - Down By The River

Song

Down by the River è un brano musicale composto dal musicista rock canadese Neil Young.

La canzone venne inizialmente inserita come quarta traccia dell'album Everybody Knows This Is Nowhere del 1969 pubblicato a nome Neil Young & Crazy Horse. Successivamente la traccia venne anche pubblicata in versione accorciata come singolo estratto dall'album negli Stati Uniti (B-side The Losing End) e in Gran Bretagna (B-side Cinnamon Girl).

Il brano

Young spiegò la genesi del brano nelle note interne della sua raccolta antologica del 1977 Decade, dove scrisse di aver composto Down by the RiverCinnamon Girl e Cowgirl in the Sand mentre delirava a letto con la febbre alta nella sua casa di Topanga Canyon.

Testo e musica

Apparentemente il testo racconta la sinistra storia di un omicidio. Sembra che il protagonista del brano uccida la sua amata sparandole, sulle sponde di un fiume. L'assassino motiva il suo gesto dicendo che la ragazza lo aveva portato a tali vette emotive dalle quali non sarebbe più potuto scendere. Neil Young ha fornito molteplici interpretazioni delle parole del testo spesso in netta contraddizione fra di loro.

In un'intervista data a Robert Greenfield nel 1970, Young smentì che la traccia narrasse le gesta di uno psicopatico assassino affermando come "non si trattasse di un vero omicidio. Non in senso letterale". Aggiungendo poi che la tematica del brano trattava, molto meno drammaticamente, del "provarci con una ragazza, senza riuscirci".

Invece, presentando la canzone durante un concerto a New Orleans tenutosi il 27 settembre 1984, Young confermò che il brano parlava di un uomo "con un sacco di problemi a controllare se stesso" che avendo scoperto la propria ragazza mentirgli, la incontra giù al fiume e le spara. Poche ore dopo, lo sceriffo giunge a casa dell'omicida e lo arresta.

Down by the River inizia con il saltellante suono della chitarra elettrica seguita da basso e batteria prima dell'inizio del canto da parte di Young. Ci sono lunghi passaggi strumentali dopo ogni strofa dei primi due ritornelli, durante i quali Young suona brevi, secche note distorte alla chitarra elettrica.

Critica

Brano tra i più famosi del primo Young, Down by the River viene considerata un classico del suo repertorio. Il critico musicale di Rolling Stone Rob Sheffield definì Down by the River e Cowgirl in the Sand i "pezzi chiave" di Everybody Knows This is Nowehere, lodandone le sonorità asciutte e rock. Bill Janovitz di AllMusic descrisse il groove del brano come "pigro, quasi funky", affermando che ciò compensava in parte "l'oscura malevolenza del testo".

Esecuzioni dal vivo

Esecuzioni dal vivo del brano sono avvenute in maniera sporadica: ne esistono versioni acustiche accorciate, come quella sull'album Four Way Street di Crosby, Stills, Nash & Young, ma anche torrenziali versioni da 12 minuti di durata, come in Live at the Fillmore East con i Crazy Horse.

Nel 2002 al festival Rock am Ring in Germania, Young, accompagnato da Booker T JonesDonald Dunn, e Frank Sampedro, suonò Down by the River per ben 27 minuti. Al Farm Aid del 1998, Young si unì ai Phish durante una jam session di Runaway Jim, guidandoli in una versione da 20 minuti di Down by the River.


Album

Everybody Knows This Is Nowhere è il secondo album di Neil Young, pubblicato nel 1969.

Il disco

Registrato nello stesso anno dell'album di esordio (Neil Young) se ne discosta nettamente dal punto di vista musicale.

L'incontro con i Rockets, ribattezzati Crazy Horse, ispira un country-rock elettrico e tirato, dove spiccano le chitarre dello stesso Neil YoungDanny Whitten. Esempio ne è Cowgirl in the Sand, uno dei pezzi più conosciuti del cantautore canadese, con i suoi dieci minuti di chitarre lancinanti è l'archetipo di un genere di canzoni che verrà chiamato "cavalcata elettrica", uno degli stili distintivi di Young, che in seguito segnerà indelebilmente brani come "Cortez the Killer" (1975) e "Like a Hurricane"(1977) veri capolavori del genere.

La voluta imperfezione è la caratteristica dell'album. Le lunghe Cowgirl in the Sand e Down by the River furono eseguite con un "tocco approssimativo" ma mai banale che tornerà spesso nei dischi successivi. Questi due, insieme con Cinnamon Girl, sono i pezzi più famosi dell'opera, amati anche dagli appassionati di chitarra per i loro notevoli assoli.

Neil Young ha raccontato come abbia composto i tre pezzi sopra citati nello stesso giorno, quando era a letto per un attacco di febbre quasi a 40°. Running Dry (Requiem for the Rockets) è un brano particolare: non se ne trovano altri simili nella discografia younghiana; è molto elegiaco e con l'uso del violino straziante ricorda i Velvet Underground.

L'album darà inizio al dualismo di Neil Young, che nel futuro alternerà album elettrici con un gruppo spalla (principalmente i Crazy Horse) con altri in cui assumerà le vesti di un cantautore, coadiuvato da strumentisti da studio.

Nel 2012 la rivista Rolling Stone l'ha inserito al 210º posto della sua lista dei 500 migliori album di sempre.


Artist

Neil Percival Young (Toronto12 novembre 1945) è un cantautore e chitarrista canadese naturalizzato statunitense.

Dopo aver debuttato giovanissimo con la storica formazione dei Buffalo Springfield e aver raggiunto il successo nel supergruppo Crosby, Stills, Nash & Young, Neil si è imposto come uno dei più carismatici e influenti cantautori degli anni settanta, contribuendo a ridefinire la figura del songwriter con album come After the Gold Rush e il vendutissimo Harvest.

Artista solitario e tormentato, capace di passare con disinvoltura dalla quiete della ballata acustica alla brutalità della cavalcata rock, per l'approccio volutamente "grezzo" che contraddistingue tanto i suoi dischi quanto i suoi concerti è stato considerato da alcuni un precursore del punk, mentre la ruvida passione delle sue performance ha spinto tanto la critica quanto gli appassionati e gli stessi musicisti ad acclamarlo negli anni novanta padrino del grunge.

È stato inoltre un personaggio determinante per l'evoluzione di generi come l'alternative country e l'alternative rock in generale.

Tratti inconfondibili del suo stile sono la voce acuta e nasale, la chitarra "sporca" e cacofonica, i testi introspettivi e malinconici (specie nella cosiddetta Trilogia del dolore, culminata nell'album Tonight's the Night, da molti ritenuto il primo concept album della storia del rock a misurarsi con temi quali il dolore e la perdita) nonché l'immancabile camicia di flanella, divenuta negli anni un autentico status symbol alternativo.

Pur essendo nato in Canada, il cantautore ha vissuto gran parte della sua vita negli Stati Uniti, assumendone tuttavia la cittadinanza solo nel 2020.

Audio

Lyrics

Be on my side, I'll be on your side, baby
There is no reason for you to hide
It's so hard for me staying here all alone
When you could be taking me for a ride
She could drag me over the rainbow
And send me away

Down by the river
I shot my baby
Down by the river
Dead
(Ooh, shot her dead)

You take my hand, I'll take your hand
Together we may get away
This much madness is too much sorrow
It's impossible to make it today
She could drag me over the rainbow
And send me away

Down by the river
I shot my baby
Down by the river
Dead
(Dead, oooh, oooh
Shot her dead… shot her dead)

Be on my side, I'll be on your side, baby
There is no reason for you to hide
It's so hard for me staying here all alone
When you could be taking me for a ride
She could drag me over the rainbow
And send me away

Down by the river
I shot my baby
Down by the river
Down by the river

Testo

Sii dalla mia parte, io sarò dalla tua, baby
Non c’è ragione perché tu ti nasconda
È così difficile per me rimanere qui tutto solo
Quando potresti portarmi a fare un giro
Lei potrebbe condurmi sopra l’arcobaleno
E mandarmi lontano

Giù al fiume
Ho sparato alla mia piccola
Giù al fiume
Morta
(Ooh, colpita a morte)

Prendi la mano, io prenderò la tua
Insieme potremmo andarcene via
Questa esagerata follia è troppo dolore
È impossibile a farsi oggi
Lei potrebbe condurmi sopra l’arcobaleno
E mandarmi lontano

Giù al fiume
Ho sparato alla mia piccola
Giù al fiume
Morta
(Morta, oooh, oooh
Colpita a morte… colpita a morte)

Sii dalla mia parte, io sarò dalla tua, baby
Non c’è ragione perché tu ti nasconda
È così difficile per me rimanere qui tutto solo
Quando potresti portarmi a fare un giro
Lei potrebbe condurmi sopra l’arcobaleno
E mandarmi lontano

Giù al fiume
Ho sparato alla mia piccola
Giù al fiume
Giù al fiume




Live 1970




Live 2002




Live 1994




Live 1969