Niccolò Fabi – Lasciarsi Un Giorno A Roma

Niccolò Fabi - Lasciarsi Un Giorno A Roma

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Niccolò Fabi - Lasciarsi Un Giorno A Roma

Song

Lasciarsi un giorno a Roma è un brano musicale con il quale il cantautore romano Niccolò Fabi ha partecipato al Festival di Sanremo 1998, classificandosi all'ottavo posto.

La canzone

Con questo brano Fabi volle mostrare al pubblico un altro aspetto della propria personalità, convinto che Capelli avesse monopolizzato l'attenzione del pubblico.

Il testo della canzone, scritto da Fabi insieme a Cecilia Dazzi, parla di un amore finito visto dal punto di vista di colui che "ha lasciato" (più o meno come accadeva in "Spaccacuore" di Samuele Bersani), che si rivolge con aggressività alla donna che non ama più. Costei, non rassegnandosi all'abbandono, si commisera suscitando soltanto irritazione nei confronti di chi ha troncato la relazione.


Album

Niccolò Fabi è il secondo album in studio del cantautore italiano omonimo, pubblicato nel 1998.

Il disco

Al contrario dell'album d'esordio Il giardiniere, che contiene parecchie canzoni dal testo leggero e ironico, in questo lavoro Fabi comincia a mostrare anche il suo lato più intimo e riflessivo. L'album è anticipato dalla sua partecipazione al Festival di Sanremo 1998, dove presenta Lasciarsi un giorno a Roma.

Il resto dell'album vanta numerose collaborazioni in fase di scrittura e di esecuzione, tra le quali Daniele e Riccardo SinigalliaCecilia Dazzi; spiccano inoltre i duetti con Max Gazzè in Vento d'estate, secondo singolo, e con Frankie hi-nrg mc in Immobile.

L'album contiene anche dal pezzo Il male minore, terzo singolo estratto, cover di Barely breathing del cantautore americano Duncan Sheik.

L'album è stato premiato con il Disco d'oro.


Artist

Niccolò Fabi (Roma16 maggio 1968) è un cantautore italiano.

Nasce a Roma nel 1968. È laureato in filologia romanza, con una tesi sulla codicologia, valutata con il massimo dei voti. Giovanissimo ha iniziato a lavorare come assistente al palco, nel tour del 1986 di Alberto Fortis. Frequenta l'ambiente musicale grazie al padre, Claudio Fabi, noto produttore discografico degli anni settanta.

È stato batterista nei "Fall out", cover band che proponeva solo pezzi dei Police. Grazie alle esibizioni dal vivo nei vari locali romani, ha modo di conoscere Daniele SilvestriMax GazzèFederico Zampaglione e Riccardo Sinigallia; è grazie a quest'ultimo, che ha portato dei demo a varie case discografiche, che Niccolò ottiene un contratto con la Virgin.

Audio

Testo

Non ho visto nessuno
andare incontro a un calcio in faccia
con la tua calma, indifferenza
sembra quasi che ti piaccia
camminare nella pioggia
ti fa sentire più importante
perché stare male è più nobile per te

ricordati che c'è
differenza tra l'amore e il pianto
fatti un regalo almeno ogni tanto e poi se puoi

fai finta che è normale
non riuscire a stare più con me
cerca un modo per difenderti
una ragione per pensare a te

la vita può cambiare in un momento
mi fa paura e anche se
il pavimento del paradiso sei per me?

fai finta che è normale
non riuscire a stare più con me
c'è soltanto un modo per riprendersi
lasciarsi un giorno e poi dimenticarsi?

e qual è il grado di dolore
che riesci a sopportare
prima di fermare l'esecuzione
e chiedere soccorso a me
che non ti do
un motivo ancora per restare
nella storia di una storia che non c'è.

lasciarsi un giorno
lasciarsi un giorno a roma
un giorno lasciarsi
e poi dimenticarsi
lasciarsi un giorno
lasciarsi un giorno a roma
un giorno a roma
lasciarsi e poi dimenticarsi




Sanremo 1998




Live 2017




Fabi Silvestri Gazzè