Oasis – Stop Crying Your Heart Out

Oasis - Stop Crying Your Heart Out

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Oasis - Stop Crying Your Heart Out

Song

Stop Crying Your Heart Out è una canzone della band inglese Oasis, edita il 17 giugno 2002 come secondo singolo precedente all'uscita dell'album Heathen Chemistry. Ha raggiunto la seconda posizione nella Official Singles Chart, ottenendo il disco di platino, e la vetta delle classifiche in Italia.

Genesi del brano

La canzone è stata accostata dal New Musical Express a Don't Look Back in Anger per il titolo imperativo e per il testo incentrato sull'incitamento ad andare avanti nonostante le asprezze della vita. Noel Gallagher spiegò di aver scritto il brano pensando a un suo amico che attraversava un periodo di difficoltà.

Lo stesso Noel aveva riposto molte aspettative in questa canzone, dicendo: «Spero che ci dia molto, come è stato per Don't Look Back In Anger... Non volevo che uscisse come singolo, perché mi sembrava che sarebbe stato come rifare qualcosa di già fatto, ma tutti dicevano 'Sei completamente pazzo'.»

Will Malone, che ha collaborato in passato con Massive Attack e Faithless, l'ha definita "oro". Ha poi collaborato con Noel all'arrangiamento.

Video musicale

Il videoclip alterna immagini del gruppo mentre si esibisce in studio di registrazione, con altre di una ragazza che vaga malinconica per le strade di una città.

Diffusione

Il brano è stato scelto per diverse colonne sonore, ad esempio per il film The Butterfly Effect, in cui recitavano Ashton Kutcher e Amy Smart, poi per la serie tv Smallville. Il pezzo è famoso, inoltre, per essere stato eseguito dalla televisione inglese dopo la sconfitta della nazionale inglese al campionato mondiale di calcio 2002.

Anche Noel Gallagher, durante il Festival di Glastonbury del 2004, ha dedicato la canzone alla nazionale di calcio inglese, appena sconfitta nel campionato europeo. La canzone compare anche nel film Made of Honor, tra i cui attori vi erano Patrick Dempsey e Michelle Monaghan.


Album

Heathen Chemistry è il quinto album della band inglese Oasis, pubblicato nel luglio 2002. Ha venduto più di 5 milioni di copie nel mondo.

Il disco

L'album fu registrato tra il 2001 ed i primi mesi del 2002 e fu il primo della band ad essere registrato con i nuovi membri, il bassista Andy Bell ed il chitarrista ritmico Gem Archer. Questi ultimi contribuirono alla composizione dell'album con un pezzo ciascuno, mentre Liam Gallagher ne compose tre. Il resto del disco è opera di Noel Gallagher.

Il quinto album della band segna, quindi, una svolta: anche gli altri componenti della band contribuiscono alla composizione dei brani, mentre prima il compito spettava al solo Noel Gallagher (fa eccezione Little James di Standing on the Shoulder of Giants, scritta da Liam). Anche per Don't Believe the Truth del 2005 Noel avrebbe composto solo la metà dei brani presenti nell'album.

Heathen Chemistry fu accolto in maniera più calorosa dei due precedenti lavori, sia dai fan che dalla critica. Da questo lavoro vennero estratti quattro singoli: The Hindu Times, sesto singolo degli Oasis a raggiungere la prima posizione delle classifiche inglesi, Stop Crying Your Heart Out, canzone resa famosa soprattutto perché trasmessa dalla BBC quando la nazionale inglese di calcio non riuscì a qualificarsi per la fase finale della Coppa del Mondo, il doppio singolo, cantato da Noel, Little by Little / She Is Love, e Songbird, breve pezzo scritto da Liam, primo singolo del gruppo che non vede Noel come autore.

L'album fu anche l'ultimo per lo storico batterista della band Alan White, che lasciò il gruppo all'inizio del 2004. White sarebbe stato rimpiazzato da Zak Starkey, figlio di Ringo Starr.

La pubblicazione dell'album fu eclissata dalla sua presenza su Internet circa tre mesi prima della data di uscita ufficiale.


Artist

Gli Oasis sono stati un gruppo rock britannico formatosi a Manchester nel 1991 e attivo fino al 2009.

Tra le band più note e di successo dell'indie rock e, in particolare, del Britpop, movimento di cui figurano tra i pionieri, gli Oasis sono il gruppo inglese di maggiore impatto dagli anni novanta. Hanno pubblicato in totale 11 album. Si stima che abbiano venduto oltre 70 milioni di dischi nel mondo, di cui 18 nel solo 1996.

Hanno piazzato 8 singoli al primo posto nel Regno Unito, 22 singoli consecutivi nella top 10 inglese e raccolto 15 NME Awards, 6 Brit Awards, 9 Q Awards e 4 MTV Europe Music Awards. Nell'agosto del 1996, tennero a Knebworth Park uno dei più grandi concerti all'aperto mai realizzati in Inghilterra.

L'evento fu seguito complessivamente da 250.000 spettatori (i biglietti andarono sold-out in 2 giorni), con una richiesta di biglietti superiore a 2,6 milioni di persone, pari al 5% della popolazione britannica di allora.

La storia

Guidato dal chitarristacantantecompositore e autore Noel Gallagher e dal fratello Liam Gallagher, cantante frontman e in seguito anche compositore e autore(chitarrista in alcune canzoni), quello degli Oasis è uno dei gruppi che hanno avuto maggiore successo e influenza nella società britannica e nel mondo tra quelli nati negli anni novanta nell'ambito del movimento Britpop, fino ad assurgere a fenomeno di costume.

La loro musica, a metà tra il rock anni settanta e il rock and roll, al tempo stesso ruvida e melodica, ha saputo dare un nuovo significato al termine Britpop, mentre i loro continui litigi e il loro atteggiamento talvolta bizzoso e rude sono stati oggetto di un'attenzione crescente da parte dei media.

I fratelli Gallagher sono gli unici membri della formazione originaria che vi hanno fatto parte fino al 2009. Nel 1991 a Manchester si costituirono i Rain: Liam Gallagher (voce), Paul Arthurs (chitarra), Paul McGuigan (basso) e Tony McCarroll (batteria). Poco dopo ai quattro si aggregò Noel (chitarra e voce) e Liam suggerì il nuovo nome.

I dischi

Il gruppo conobbe la fama già con l'album di debutto, Definitely Maybe (1994) che, pubblicato dall'etichetta indipendente Creation Records, propose con forza la band come uno dei gruppi leader della scena indie rock. Con il nuovo batterista Alan White gli Oasis realizzarono il secondo album, (What's the Story) Morning Glory? (1995), che ha venduto 22 milioni di copie in tutto il mondo. Da quel momento dilagò una specie di "Oasis mania".

Il terzo album, Be Here Now (1997), divenne disco record per l'elevatissimo numero di copie vendute in un giorno, ma non fu risparmiato da critiche. Verso la fine del decennio la band visse un periodo di crisi. Due membri storici, McGuigan e Arthurs, furono avvicendati da Colin "Gem" Archer e, più tardi, da Andy Bell.

Nel 1999 la band tornò in studio per registrare Standing on the Shoulder of Giants che, uscito nel febbraio 2000, presentava un sound più sperimentale e psichedelico. Seguì l'album live Familiar to Millions, che conteneva la registrazione dei due grandi concerti del luglio 2000 allo Stadio di Wembley.

Ritorna il successo

Nel 2002 gli Oasis tornarono al suono delle origini con Heathen Chemistry e rividero il successo. Nel 2005 uscì il sesto album, Don't Believe the Truth, registrato insieme al nuovo batterista Zak Starkey. Il disco registrò ottime vendite e riportò gli Oasis in classifica anche negli Stati Uniti.

Nel 2006 uscì Stop the Clocks, il primo best of degli Oasis, che ha venduto tre milioni di copie nel mondo. Nell'ottobre 2008 fu pubblicato Dig Out Your Soul, settimo album in studio della band, seguito da un lungo tour mondiale, in cui alla batteria figurava Chris Sharrock.

Il 28 agosto 2009, a tre date dalla conclusione della tournée, Noel Gallagher comunicò ufficialmente il proprio abbandono alla band, dopo aver lasciato il palco del Rock en Seine a pochi minuti dall'esibizione, sancendo la fine del gruppo.

Video

Lyrics

Hold up
Hold on
Don’t be scared
You’ll never change what’s been and gone

May your smile (may your smile)
Shine on (shine on)
Don’t be scared (don’t be scared)
Your destiny may keep you warm

Cos all of the stars
Are fading away
Just try not to worry
You’ll see them some day
Take what you need
And be on your way
And stop crying your heart out

Get up (get up)
Come on (come on)
Why’re you scared? (I’m not scared)
You’ll never change
What’s been and gone

Cos all of the stars
Are fading away
Just try not to worry
You’ll see them some day
Take what you need
And be on your way
And stop crying your heart out

Cos all of the stars
Are fading away
Just try not to worry
You’ll see them some day
Take what you need
And be on your way
And stop crying your heart out

We’re all of us stars
We’re fading away
Just try not to worry
You’ll see them some day
Take what you need
And be on your way
And stop crying your heart out
Stop crying your heart out
Stop crying your heart out

Testo

Tieni duro
Tieni duro
Non aver paura
Non potrai mai cambiare ciò che é stato e passato

Che il tuo sorriso
Torni a splendere
Non aver paura
Il tuo destino ti riscalderà

Perché tutte le stelle
Si stanno spegnendo
Cerca solo di non preoccuparti
Un giorno le vedrai
Prendi quello che ti serve
E continua per la tua strada
Smetti di piangere a dirotto

Alzati
Forza
Perché hai paura? (Non ho paura)
Non potrai mai cambiare ciò che é stato e passato

Perché tutte le stelle
Si stanno spegnendo
Cerca solo di non preoccuparti
Un giorno le vedrai
Prendi quello che ti serve
E continua per la tua strada
E smetti di piangere a dirotto

Perché tutte le stelle
Si stanno spegnendo
Cerca solo di non preoccuparti
Un giorno le vedrai
Prendi quello che ti serve
E continua per la tua strada
E smetti di piangere a dirotto

Tutti siamo stelle
Ci stiamo spegnendo
Cerca solo di non preoccuparti
Un giorno ci vedrai
Prendi solo quello che ti serve
Continua per la tua strada
E smetti di piangere a dirotto
E smetti di piangere a dirotto

Top Of The Pops

Live 2004

The Butterfly Effect