Pink Floyd – Us And Them

Pink Floyd - Us And Them

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Pink Floyd - Us And Them

Song

Time/Us and Them è un singolo del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato il 4 febbraio 1974 come secondo estratto dall'ottavo album in studio The Dark Side of the Moon.

Us and Them

Le origini del brano risalgono al 1969, quando il tastierista Richard Wright compose la parte di pianoforte per un possibile inserimento nel film Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni chiamato The Violent Sequence. Nonostante il gruppo lo ritenesse perfetto per le scene di violenza del film di Antonioni, questi non ne fu convinto, dicendo che:

"È meraviglioso, ma è troppo triste. Mi fa pensare a una chiesa."

Tutti i membri del gruppo ricordano con tono vagamente aspro quanto fosse poco collaborativo il regista; secondo loro egli:

"Non sapeva cosa volesse, era così difficile lavorare sulle musiche in questo modo"

Ma ciò che colpì David Gilmour, a ripensarci, fu che il gruppo non riutilizzò l'abbozzo musicale che avevano composto né in Obscured by Clouds, né in Atom Heart Mother, né in Meddle, ricordandosene solo durante l'elaborazione di The Dark Side of the Moon.

Il testo, interamente composto da Roger Waters, è essenzialmente una critica alle guerre, in particolare a quelle nei paesi poveri, dove generali comodamente seduti danno ordini alle truppe, guardando i confini sulla mappa muoversi da una parte all'altra, mentre nel frattempo la prima linea moriva. In seguito vi è un accenno alla povertà diffusa anche nei paesi occidentali.

Musicalmente, si apre con un lungo tappeto di organo Hammond, ottenuto modulando le note di un accordo maggiore; dopodiché, entrano gli altri strumenti e ha inizio la canzone vera e propria. Il brano è notevolmente lungo e ha un tempo estremamente lento; i lunghi accordi di organo Hammond, i delicati arpeggi di chitarra e il leggero accompagnamento del pianoforte non fanno che generare un'atmosfera tranquilla e pacata, quasi "ipnotica".

Dopo qualche giro strumentale introduttivo, entra in scena la voce di Gilmour che intona i versi della canzone, separati da lunghe pause, riempite da un accentuato effetto eco sul cantato.


Album

(ENThe Dark Side of the Moon was an instance of political, philosophical and humanitarian empathy that desperately asked to come out.» (ITThe Dark Side of the Moon era un'istanza di empatia politica, filosofica e umanitaria che chiedeva disperatamente di venir fuori.»
(Roger Waters)

The Dark Side of the Moon (intitolato Dark Side of the Moon nell'edizione CD del 1993) è l'ottavo album in studio del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato il 10 marzo 1973 negli Stati Uniti d'America dalla Capitol Records e il 23 dello stesso mese nel Regno Unito dalla Harvest Records.

L'album rappresenta l'approdo di numerose sperimentazioni musicali che i Pink Floyd andavano da tempo operando sia nei loro concerti che nelle registrazioni, pur presentando in misura relativamente ridotta rispetto al passato le lunghe parti strumentali che erano diventate una caratteristica peculiare del gruppo, lasciando così più ampio spazio ai testi - scritti da Roger Waters - tutti incentrati sul tema filosofico degli aspetti che sfuggono al controllo razionale dell'animo umano, e ne costituiscono perciò il "lato buio", cui il titolo metaforicamente fa riferimento.

Tra i temi affrontati nel concept album troviamo il conflitto interiore, il rapporto con il denaro, il trascorrere del tempo, la morte, il rapporto conflittuale con l'altro da sé e l'alienazione mentale, quest'ultimo ispirato in parte dal crollo psichico sofferto da Syd Barrett, membro fondatore e principale compositore e paroliere del gruppo fino alla sua uscita nel 1968.

Il tour

L'album si sviluppò come parte del tour del 1971, in seguito alla pubblicazione di Meddle, e iniziò a essere pubblicizzato diversi mesi prima dell'inizio effettivo delle registrazioni in studio. Il nuovo materiale venne migliorato e raffinato durante il Dark Side of the Moon Tour, e fu infine registrato in due sessioni nel 1972 e nel 1973 agli Abbey Road Studios di Londra.

I Pink Floyd usarono alcune delle tecniche di registrazione più avanzate dell'epoca, inclusi la registrazione multitraccia e i nastri magnetici in loop. In molti brani si usarono sintetizzatori analogici e diffuso è l'utilizzo di rumori d'ambiente, nonché di frammenti parlati funzionali al concetto filosofico dell'opera. Il tecnico del suono Alan Parsons contribuì attivamente ad alcuni degli aspetti sonori più innovativi, come ad esempio il battere le ore e il ticchettio degli orologi sul brano Time.


Artist

I Pink Floyd sono stati un gruppo musicale rock britannico formatosi nella seconda metà degli anni sessanta che, nel corso di una lunga e travagliata carriera, è riuscito a riscrivere le tendenze musicali della propria epoca, diventando uno dei gruppi più importanti della storia.

Sebbene agli inizi si siano dedicati prevalentemente alla musica psichedelica e allo space rock, il genere che meglio definisce l'opera dei Pink Floyd, caratterizzata da una coerente ricerca filosofica, esperimenti sonori, grafiche innovative e spettacolari concerti, è il rock progressivo.

Video

Lyrics

Us, and them
and after all we're only ordinary men

Me, and you
God only knows it's not what we would choose to do
"Forward" he cried from the rear
and the front rank died
The general sat, and the lines on the map
moved from side to side

Black and Blue
and who knows which is which and who is who
Up, and down
but in the end it's only round and round

Haven't you heard it's a battle of words
the poster bearer cried
Listen son, said the man with the gun
There's room for you inside

Down and out
It can't be helped but there's a lot of it about
with, without
And who'll deny it's what the fighting's all about
Out of the way, it'a busy day
and I've got things on my mind
for want of the price of tea and a slice
the old man died

Testo

Noi, e loro
dopotutto siamo solo gente comune

Io, e te
solo Dio sa che non è questo che avremmo scelto di fare
"Avanti" fu l'urlo alle spalle
mentre la prima fila moriva
Il generale era seduto e le linee sulla mappa
si muovevano di qua e di là

Nero e blu
e chissà cosa è cosa e chi è chi
su e giù
e alla fine è solo un girotondo

Non hai sentito? è un gioco di parole
L'uomo col manifesto urlò
"Ascolta figliolo - disse l'uomo col fucile -
c'è ancora posto per te là dentro"

Privati di tutto
che si può fare? ma ce n'è un sacco così
chi ha, chi no
e chi negherà che è per questo che si combatte
Fuori da qui, è un giorno pieno
ho pensieri per la testa
sognando gli spiccioli per un tè e una fetta di dolce
il vecchio morì.




Live 1994




Audio




Studio