Suggestions

The Rolling Stones – Let’s Spend The Night Together

The Rolling Stones - Let's Spend The Night Together

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


The Rolling Stones - Let's Spend The Night Together

Song

Let's Spend the Night Together/Ruby Tuesday è un singolo del gruppo musicale britannico The Rolling Stones, pubblicato il 13 gennaio 1967 ed estratto dall'album Between the Buttons.

Descrizione

Il Let's Spend the Night Together è stato scritto da Mick Jagger e Keith Richards. Lo stesso 1967 la canzone è stata inclusa come traccia di apertura nella versione statunitense dell'album Between the Buttons e in seguito è stata oggetto di numerose cover, tra cui quella di David Bowie pubblicata come singolo e come ottava traccia dell'album Aladdin Sane del 1973.

Registrazione

Il brano venne registrato nel novembre 1966 agli Olympic Studios di Londra. Oltre ai membri dei Rolling Stones, escluso il bassista Bill Wyman che non partecipò alla sessione, la registrazione vide la presenza di Jack Nitzsche al pianoforte.

Intervistato dalla rivista Hit Parader nel dicembre 1968, il tecnico del suono Glyn Johns raccontò che durante il missaggio di Let's Spend the Night Together il produttore Andrew Loog Oldham stava cercando di ottenere un certo suono schioccando le dita quando arrivarono due poliziotti che volevano accertarsi che andasse tutto bene dato che avevano trovato una porta aperta.

Inizialmente il produttore chiese loro di indossare le sue cuffie mentre schioccava le dita ma Johns disse che c'era bisogno di un suono più sordo. Uno dei poliziotti suggerì allora di usare i loro manganelli e Mick Jagger cominciò a suonarli come legnetti, ascoltabili durante il break a circa metà canzone.

Uscita e accoglienza

Pubblicata come singolo nel Regno Unito, con Ruby Tuesday come "doppio lato A", Let's Spend the Night Together raggiunse la 3ª posizione nella Official Singles Chart nel febbraio 1967 ed è rimasta da allora una delle canzoni più celebri dei Rolling Stones.

Nello stesso periodo fu inclusa nella versione dell'album Between the Buttons uscita per il mercato americano e anche negli Stati Uniti venne pubblicata su 45 giri. Tuttavia, a causa delle allusioni al sesso occasionale contenute nel brano molte stazioni radio scelsero di trasmettere solo Ruby Tuesday, tanto che i due brani entrarono separatamente nella Billboard Hot 100, quest'ultima al 1º posto e Let's Spend the Night Together solo al 55º posto.

Uno degli esempi più conosciuti di censura musicale avvenne il 15 gennaio 1967 nel corso dell'Ed Sullivan Show, durante il quale alla band fu inizialmente rifiutato il permesso di eseguire il pezzo. Lo stesso Ed Sullivan disse a Mick Jagger: «O se ne va la canzone o ve ne andate voi». Venne raggiunto un compromesso che consisteva nel sostituire "let's spend the night together" ("passiamo la notte insieme") con "let's spend some time together" ("passiamo un po' di tempo insieme"). Jagger acconsentì ma ogni volta che pronunciava la frase ammiccava ostentatamente alla telecamera.

Nell'aprile 2006, in occasione della loro prima esibizione assoluta in Cina le autorità vietarono al gruppo di eseguire la canzone a causa del suo "testo allusivo".

Let's Spend the Night Together dal vivo

Dopo il tour europeo della primavera 1967 Let's Spend the Night Together non è stata più eseguita dal vivo fino al 1976, in occasione del Knebworth Fair. È tornata a far parte stabile delle scalette dei tour del 1981 e 1982 e in seguito è stata eseguita solo occasionalmente.


Album

Between the Buttons è un album dei Rolling Stones. Pubblicato in Inghilterra (20 gennaio 1967) e negli Stati Uniti (6 febbraio 1967) con due liste tracce differenti.

Nel 2003, la versione americana dell'album comprendente le canzoni del singolo Ruby Tuesday e Let's Spend the Night Together, è stata posizionata alla posizione numero 355 nella lista dei migliori 500 album della rivista Rolling Stone.

Il disco

Registrato in due riprese, a Los Angeles nell'agosto del 1966, e a Londra nel novembre dello stesso anno, Between the Buttons mostra i Rolling Stones in un periodo in cui si stavano allontanando dalle loro radici R&B. Dopo la pubblicazione degli album Revolver dei Beatles, Pet Sounds dei Beach Boys e Blonde on Blonde di Bob Dylan durante il 1966, i parametri del rock classico si erano espansi notevolmente, e la band fu portata verso quella direzione.

La decisione fu presa anche perché dopo l'album Aftermath, la band doveva progredire. E Between the Buttons portò la nuova ventata di psichedelia/pop, che tradiva soprattutto influenze dei Kinks.

Come Aftermath, anche Between the Buttons aveva differenze nelle tracce tra l'edizione inglese e quella americana. La versione inglese fu pubblicata nel gennaio del 1967, seguita a breve distanza dal singolo Let's Spend the Night Together/Ruby Tuesday, che non comparirono nell'album, come consuetudine dell'industria discografica del periodo. L'album fu terzo nelle classifiche inglesi.

Nella versione americana apparivano invece sia Let's Spend the Night Together che Ruby Tuesday, eliminate Back Street Girl e Please Go Home. Nelle classifiche americane Between the Buttons raggiunse la seconda posizione, diventando disco d'oro.

Registrazione

Le sessioni iniziali per l'album si ebbero nel corso del tour statunitense dei Rolling Stones del 1966, all'RCA Studios di Los Angeles dal 3 all'11 agosto 1966. Dave Hassinger fu l'ingegnere del suono. Durante questo periodo furono provate svariate canzoni e le tracce strumentali base di 6 brani che sarebbero poi apparsi sull'album.

Inoltre furono completate Let's Spend the Night Together e Who's Driving Your Plane?, che sarebbe apparsa come B-side dello psichedelico singolo Have You Seen Your Mother, Baby, Standing in the Shadow? a fine settembre. La band fece ritorno a Londra dove le sessioni proseguirono agli IBC Studios dal 31 agosto al 3 settembre.

La prima seduta fu dedicata quasi interamente al completamento della traccia Have You Seen Your Mother... per la pubblicazione su singolo. A seguito dell'uscita del singolo il 23 settembre, gli Stones si imbarcarono nel loro settimo tour in Gran Bretagna che sarebbe durato fino all'ottobre 1966. Sarebbe stato l'ultimo tour della band nel Regno Unito per un periodo di 3 anni.

Il secondo blocco di sedute di registrazione per Between the Buttons iniziò l'8 novembre agli Olympic Sound Studios di Londra e si alternò ai Pye Studios fino al 26 novembre. In questo periodo fu completato in gran parte il materiale del disco, incluse le parti vocali incise sulle precedenti basi strumentali, il mixaggio e gli arrangiamenti.

Anche Ruby Tuesday fu ultimata. Andrew Loog Oldham, produttore dell'album, stava pure preparando anche l'album live Got Live If You Want It! per il mercato statunitense. Dopo la pubblicazione del disco dal vivo il 10 dicembre, si tenne una seduta finale di sovraincisioni per Between the Buttons il 13 dicembre 1966.

L'album fu registrato utilizzando un banco di missaggio a 4 piste.

Copertina

La foto della band che appare sulla copertina dell'album fu scattata nel novembre 1966 a Primrose Hill nella zona a nord di Londra. Il fotografo fu Gered Mankowitz che si era già occupato della foto per la copertina dell'album Out of Our Heads. La foto fu scattata alle 5:30 di mattina dopo una nottata di lavoro in sala di registrazione agli Olympic Studios.

L'immagine fu trattata con vaselina per creare un effetto sfocato in dissolvenza: Mankowitz ottenne una sorta d'effetto nel quale gli Stones sembrano dissolversi sullo sfondo. L'intenzione della foto era, secondo Mankowitz, di "catturare l'atmosfera eterea e drogata dell'epoca".

Altre foto della medesima sessione furono poi utilizzate per la copertina e le note interne della compilation More Hot Rocks (Big Hits & Fazed Cookies) del 1972.

Il retro di copertina di Between the Buttons ha dei fumetti disegnati da Charlie Watts accompagnati da una piccola poesia. Quando Watts chiese ad Andrew Loog Oldham il titolo dell'album, egli rispose con l'espressione gergale "between the buttons", che in inglese significa "indecisione". Charlie intitolò così il suo fumetto.


Artist

The Rolling Stones è un gruppo musicale rock britannico, composto da Mick Jagger (voce, armonica, chitarra), Keith Richards (chitarre, voce), Ronnie Wood(chitarre, cori) e Charlie Watts (batteria, percussioni).

È una delle band più importanti e tra le maggiori espressioni di quella miscela tra rock e blues che è l'evoluzione del rock & roll anni cinquanta, da loro rivisitato in chiave più dura con ritmi lascivi, canto aggressivo e continui riferimenti al sesso e alle droghe.

Per la loro trasgressività furono contrapposti ai più rassicuranti Beatles, anche se tale contrapposizione fu spesso creata dagli stessi Rolling Stones che si comportavano in modo volutamente antitetico rispetto ai Beatles (con i quali ebbero peraltro sempre un ottimo rapporto di stima e amicizia), proponendo così un modello alternativo a uso e consumo della stampa musicale.

I Rolling Stones costituiscono una pietra miliare nell'evoluzione della musica rock del XX secolo, avendo dato voce al malcontento e di conseguenza alla protesta di intere generazioni, incarnando così il travagliato spirito dei grandi bluesman del passato e scegliendo il titolo di una canzone di uno di questi (Muddy Waters) come nome del loro gruppo.

I Rolling Stones sono stati ammessi nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1989 e nella UK Music Hall of Fame nel 2004. La rivista Rolling Stone li colloca al quarto posto nella classifica dei più grandi artisti di tutti i tempi. Nella loro carriera hanno venduto più di 250 milioni di copie. Hanno pubblicato trentacinque album in studio, diciotto album dal vivo e numerose raccolte.

Video

Lyrics

My, My, My, My
Don't you worry 'bout what's on your mind (Oh my)
I'm in no hurry I can take my time (Oh my)
I'm going red and my tongue's getting tied
(tongues's getting tied)
I'm off my head and my mouth's getting dry.
I'm high, But I try, try, try (Oh my)
Let's spend the night together
Now I need you more than ever
Let's spend the night together now
I feel so strong that I can't disguise (oh my)
Let's spend the night together
But I just can't apologize (oh no)
Let's spend the night together
Don't hang me up just to let me down (don't let me down)
We could have fun just groovin' around around and around
Let's spend the night together
Now I need you more than ever
Let's spend the night together

Let's spend the night together
Now I need you more than ever
You know I'm smiling baby
You need some guiding baby
I'm just decidin', baby, now
Now I need you more than ever
Let's spend the night together
Let's spend the night together now

This doesn't happen to me ev'ryday (oh my)

(Let's spend the night together)
No excuses offered anyway, oh my
(Let's spend the night together)
I'll satisfy your every need (your every need)
And now I know you will satisfy me
Oh my my my my my my

Let's spend the night together
Now I need you more than ever
Let's spend the night together
Together now,
Oh my my my my my my my

(Let's spend the night together)
Now I need you, need you more than ever, oh my
(Let's spend the night together)
I'll satisfy your every need, whoa my my
(Let's spend the night together)
Now I know, I know you'll satisfy me, whoa my my
(Let's spend the night together)
I beg you baby, whoa my my my my my my
(Let's spend the night together)
A-c'mon now, whoa baby my my my

Testo

Non preoccuparti di quello che mi è passato per la testa
Non ho fretta, posso prendermela con calma
Sto diventando rosso e la mia lingua si sta stancando
Sono fuori di testa e la mia bocca si sta asciugando.
Sono fatto, ma ci ho provato, provato, provato

Passiamo la notte insieme
Ora ho bisogno di te più che mai
Passiamo la notte insieme ora
Mi sento così forte da non poterlo nascondere
Passiamo la notte insieme
Ma non posso proprio scusarmi
Passiamo la notte insieme
Non mi mollare ma non mi deludere
Ci divertiremo un sacco semplicemente andando in giro a fare i matti, in giro, in giro
Passiamo la notte insieme
Ora ho bisogno di te più che mai
Passiamo la notte insieme

Passiamo la notte insieme
Ora ho bisogno di te più che mai
Sai che sorrido piccola
Hai bisogno di una guida tesoro
Decido io ,bambina, adesso
Ora ho bisogno di te più che mai
Passiamo la notte insieme
Passiamo la notte insieme ora

Questo non mi accade tutti i giorni

Passiamo la notte insieme
Non ho scuse in ogni caso
Passiamo la notte insieme
Soddisferò tutti i tuoi bisogni
E so che anche tu mi soddiferai

Passiamo la notte insieme
Ora ho bisogno di te più che mai
Passiamo la notte insieme
Insieme adesso

Passiamo la notte insieme
Adesso ho bisogno di te, ho bisogno di te più che mai
Passiamo la notte insieme
Soddisferò tutti i tuoi bisogni
Passiamo la notte insieme
Adesso lo so, so che tu mi soddiferai
Passiamo la notte insieme
Ti scongiuro dolcezza
Passiamo la notte insieme
Facciamolo adesso
Passiamo la notte insieme

Audio

Live 1981

Ed Sullivan Show

David Bowie

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi delle canzoni che non sono scritti e tradotti personalmente sono prelevati dal web da siti come lyricfindmusixmatch