Vinicio Capossela – Orfani Ora

Vinicio Capossela - Orfani Ora

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Vinicio Capossela - Orfani Ora

Album

Da solo è il settimo album in studio del cantautore italiano Vinicio Capossela, pubblicato il 17 ottobre 2008 dalla Atlantic/Warner Music.

Prima della sua uscita, precisamente il 22 settembre 2008, vengono pubblicati il video e l'audio dell'inedito Il gigante e il mago, in esclusiva sul portale de La Repubblica.

Il 3 ottobre 2008 è entrato in rotazione radiofonica il singolo In clandestinità, in vendita in anteprima sull'iTunes Store.

Il disco

L'album è stato registrato e mixato tra Milano e New York (Brooklyn Studios) da Taketo GoharaJD Foster, e Andy Taub, tra gennaio e marzo 2008. Alla produzione del disco ha collaborato il chitarrista Alessandro "Asso" Stefana.

La canzone La faccia della terra è stata registrata assieme alla band statunitense Calexico, e il testo è ispirato a I racconti dell’Ohio di Sherwood Anderson.

Non c'è disaccordo nel cielo è un brano di Frederick Martin Lehman (There's no disappointment in Heaven) riarrangiato nella musica, con un testo diverso dall'originale, scritto dallo stesso Capossela.


Artist

Vinicio Capossela (Hannover14 dicembre 1965) è un cantautorepolistrumentista e scrittore italiano.

Capossela ha anche scritto alcuni libri, tra cui Non si muore tutte le mattine uscito nel marzo 2004 e Il paese dei coppoloni del 2015. È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con quattro Targhe Tenco e un Premio Tenco alla carriera.

Nato in Germania, da genitori originari dell'Irpinia (il padre, Vito, è di Calitri, la madre di Andretta), viene chiamato Vinicio, pur non essendo questo uno dei nomi della tradizione familiare, come omaggio al celebre fisarmonicista Vinicio, autore di molti dischi per la Durium negli anni sessanta, di cui il padre è fan.

Torna poco dopo in Italia con la famiglia e si stabilisce in provincia di Reggio Emilia. Cresce artisticamente nei circuiti underground dell'Emilia-Romagna, fino ad essere notato da Francesco Guccini, che lo porta al Club Tenco che lo lancia.

Audio

Testo

Ti prego chiamami tesoro adesso
Mentre piove e l'aria è fredda
E ogni goccia d'acqua che mi sta bagnando
Mi parla un po' di te
Sono giorni che cammino senza meta
Portandoti per mano
Se anche torneremo uguali a prima non importa

Se dovrò mandarmi in cenere
Per ritornare a vivere

La pioggia mi feriva
E non avevo più parole
Ora è diventata neve
E cade morbida.

E io sono quello a cui
Fai accender sigarette
E sono quello
Per cui le hai accese tu

Il sano non crede al malato
E si annoia alla malattia
Se avevi dei ricordi ora
Ora son passati a me
E sono nudo per strada
Da quando non mi copre il tuo sguardo

E nuda è la strada e i binari e le insegne
E nuda sei tu
Il mondo ora è nudo
Se non lo copre il tuo sguardo

Siamo orfani ora
Io te e la strada
Se non si divide il buio
Si tradira' sempre la luce

Io te e la strada
Se non si divide il buio
Si tradira' sempre la luce

E nuda è la strada e i binari e le insegne
E nuda sei tu
Il mondo ora è nudo
Se non lo copre il tuo amore

Siamo orfani ora

Siamo orfani ora
Io te e la strada
Se non si divide il buio
Si tradira' sempre la luce

Ti prego chiamami tesoro adesso
Mentre piove e l'aria è fredda
E sono giorni che cammino senza meta
Portandoti nel cuore

Live

Audio Live

Live 2011