Suggestions

Daniele Silvestri – Gino E L’Alfetta

Daniele Silvestri Gino E L'Alfetta

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati. Nel modo più eterogeneo possibile.

Enjoy! 😉


Daniele Silvestri - Gino E L'Alfetta

Gino e l'Alfetta è una canzone di Daniele Silvestri, terzo singolo estratto dall'album Il latitante, pubblicato nel 2007. Il brano uscito nei negozi nell'estate 2007, ha avuto una considerevole programmazione radiofonica ed ha fatto molto discutere di sé per via dell'argomento toccato (n.d.r. io non le ho sentite tutte queste discussioni mah...).

Il tema della canzone è, seppur trattato con molta leggerezza, l'omosessualità, (n.d.r. e si perchè deve essere trattato come una tragedia greca... qualcuno corregga su wikipedia ste "descrizioni") come è ovviamente intuibile dal ritornello del brano, vista dal punto di vista di un uomo che pur essendo sposato o comunque pur avendo una compagna ("Maria"), preferisce la compagnia di un uomo (il "Gino" del titolo), perché di lui "si fida un po' di più".

"Gino e l'Alfetta" è stato adottato come inno ufficiale del Gay Pride 2007 tenutosi a Roma.

Il video

Il video "Gino e l'Alfetta" è stato girato dal regista italiano Alex Infascelli, e vede protagonisti oltre a Silvestri, i due attori Valerio Mastandrea e Daniele Liotti. Mastandrea e Liotti sono due colleghi. I due sono poliziotti in borghese e fanno "servizio" su auto civetta (una Alfa Romeo Alfetta, per l'appunto). Mastandrea vive l'intimo, iniziale, disagio di chi si rende conto di avere attrazioni omosessuali. Nel suo caso proprio per il collega, con il quale condivide gran parte della giornata. L'Alfetta viene rubata da Silvestri. I due poliziotti lo rintracciano al Gay Pride di Roma, (vengono mostrate scene reali girate durante il Gay Pride 2007). Qui Mastandrea esterna la sua celata condizione, con un gesto banale ma significativo, sotto lo sguardo attonito di Liotti.


Daniele Silvestri (Roma18 agosto 1968) è un cantautore italiano.

Video

Testo

Ooh-ooh , scommetto ti stavi chiedendo come sapevo
Dei tuoi piani per rendermi malinconico
Con qualche altro ragazzo che già conoscevi
Tra noi due ragazzi , lo sai che ti amo di più

Mi hai colto di sorpresa devo dire
L'ho scoperto ieri

Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
Che non saresti stata mia a lungo
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
E sto per perdere la mia mente
Tesoro tesoro si

Sai che un uomo non dovrebbe piangere
Ma non posso tenere dentro queste lacrime
Perderti terminerebbe la mia vita si vede
Perchè significhi molto per me

Avresti potuto dirmi che avevi
trovato qualcun'altro

Invece l'ho sentito per la vigna
Che non saresti stata mia a lungo
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
E sto per perdere la mia mente
Tesoro tesoro si

La gente dice che tu ascolti ciò che vedi
e non quello che senti
Non posso che essere confuso
Se è vero , non vuoi dirmelo cara

Hai intenzione di lasciarmi
Per un'altro ragazzo che già conoscevi

Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
Che non saresti stata mia a lungo
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
E sto per perdere la mia mente
Tesoro tesoro si
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
Che non saresti stata mia a lungo
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna
E sto per perdere la mia mente
Ooh-ooh l'ho sentito per la vigna

Live

Backstage

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi sono presi da angolotesti