David Gilmour – Echoes (live)

David Gilmour

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


David Gilmour - Echoes (live)

Echoes è la sesta ed ultima canzone dell'album Meddle dei Pink Floyd.

La lunga suite (di 23 minuti e 31 secondi) occupa tutto il lato B dell'album e inizia con una nota di pianoforte acuta (Si) e ripetuta varie volte (l'effetto è la nota d'eco di un sonar, ottenuto mediante il passaggio del segnale dello Steinway di Rick Wright in un Leslie)La canzone anticipa di qualche anno l'ambient sviluppata in seguito da Brian Eno e Robert Fripp, ed è supportata dal testo di Roger Waters, che anticipa argomenti fulcro di Dark Side of the Moon.

La suite venne composta a partire da una serie di 36 differenti idee musicali, grazie alle quali registrarono la versione provvisoria "Nothing, parts 1-24". Successive evoluzioni delle 24 parti ottenute portarono alla creazione di "The Son Of Nothing" e in seguito "Return of the Son of Nothing". Tempo dopo la suite, ormai del tutto finalizzata, venne rinominata Echoes.

La canzone ha dato il nome all'antologia Echoes: The Best of Pink Floyd del 2001, dove è contenuta come quinta traccia in una versione ridotta di 16:30 minuti.


Live in Gdańsk è il primo album dal vivo del cantautore britannico David Gilmour, pubblicato il 22 settembre 2008 dalla EMI.

Contiene la registrazione dell'ultimo concerto del tour del 2006 di David Gilmour, tenuto ai cantieri navali di Danzica in concomitanza con le celebrazioni del 26º anniversario della fondazione del sindacato Solidarność. È anche il primo album dell'artista suonato con un'orchestra sinfonica (Polish Baltic Philharmonic Orchestra, diretta da Zbigniew Preisner).


David Jon Gilmour, CBE (Cambridge6 marzo 1946) è un cantautorepolistrumentistacompositore e produttore discografico britannico.

Dal 1968 al 1995 è stato il chitarrista e cantante dello storico gruppo inglese Pink Floyd, con cui è diventato uno dei più influenti e celebri chitarristi del rock.

Video

Lyrics

Overhead the albatross hangs motionless upon the air
And deep beneath the rolling waves
In labyrinths of coral caves
The echo of a distant time
Comes willowing across the sand
And everything is green and submarine

And no-one showed us to the land
And no-one knows the wheres or whys
But something stirs and something tries
And starts to climb towards the light

Strangers passing in the street
By chance two separate glances meet
And I am you and what I see is me
And do I take you by the hand
And lead you through the land
And help me understand the best I can

And no-one calls us to move on
And no-one forces down our eyes
No-one speaks and no-one tries
No-one flies around the sun

Cloudless everyday you fall upon my waking eyes
Inviting and inciting me to rise
And through the window in the wall
Come streaming in on sunlight wings
A million bright ambassadors of morning
And no-one sings me lullabies
And no-one makes me close my eyes
So I throw the windows wide
And call to you across the sky

Testo

Sopra di noi l'albatro sta immobile nell'aria
E giù profondamente sotto le onde rotanti
In labirinti di caverne di corallo
L'eco di un tempo distante
Arriva tremante attraverso la sabbia
E tutto è verde e sottomarino

E nessuno ci mostrò la terra
E nessuno sa dove o perchè
Ma qualcosa si agita e qualcosa prova
E inizia a scalare fino alla luce

Stranieri passanti nella strada
Per caso due sguardi separati s'incontrano
Ed io sono te e quello che vedo sono io
E ti prendo per mano
E ti guido tra la terra
E aiutami a capire il meglio che posso

E nessuno ci grida di spostarci
E nessuno ci forza ad abbassare i nostri occhi
Nessuno parla e nessuno prova
Nessuno vola intorno al sole

Sereno ogni giorno ti mostri su i miei occhi che si svegliano
Invitandomi ed incitandomi ad innalzarmi
Ed attraverso la finestra nel muro
Arrivano scorrendo in ali di raggi di sole
Un milione di ambasciatori brillanti del mattino
E nessuno mi canta ninne-nanne
E nessuno mi chiude gli occhi
Così spalanco le finestre
E ti chiamo attraverso il cielo

Live Pompeii 1971

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi sono presi da angolotesti