Suggestions

Depeche Mode – Heaven

Depeche Mode - Heaven

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Depeche Mode - Heaven

Song

Heaven è il primo singolo estratto dall'album Delta Machine del gruppo synth pop britannico Depeche Mode. È entrato in rotazione radiofonica il 30 gennaio 2013, mentre è stato reso disponibile su iTunes dal 1º febbraio. Il singolo fisico è uscito nel corso di febbraio e marzo, in giorni diversi a seconda della nazione.

Non è stato tuttavia il primo brano dell'album ad essere pubblicato: nel novembre 2012 i Depeche Mode hanno presentato ad una conferenza a Parigi il brano Angel, che è stato successivamente pubblicato su VEVO.

Video musicale

Il videoclip, diretto da Timothy Saccenti, è stato pubblicato il 1º febbraio 2013 su VEVO. È stato girato nel novembre 2012 alla Marigny Opera House di New Orleans.

Curiosamente nel video, oltre ai tre membri della band, compare in secondo piano un quarto musicista alla batteria, si tratta di Christian Eigner; batterista turnista che suona con la band in tour da diversi anni. Nel videoclip inoltre compaiono diversi simboli e sequenze mistiche e vengono utilizzati diversi effetti speciali.

Su VEVO è inoltre reperibile una "Live Studio Session" del brano.


Album

Delta Machine è il tredicesimo album in studio del gruppo musicale britannico Depeche Mode, uscito a partire dal 22 marzo 2013.

Il disco è uscito in due differenti versioni: standard e deluxe, quest'ultima accompagnata da un disco aggiuntivo contenente quattro bonus track e un libro fotografico realizzato da Anton Corbijn, che ha già collaborato con il gruppo negli album Violator e Songs of Faith and Devotion, di cui il fotografo olandese aveva interamente curato la parte visiva.

Antefatti

Durante la conferenza stampa che ha accompagnato l'annuncio della pubblicazione, il chitarrista Martin Lee Gore ha dichiarato:

«Scrivere questo disco è stato particolarmente incoraggiante, dato che volevo un suono molto moderno. Volevo che la gente si sentisse bene ascoltandolo, che trovasse una certa pace. C’è stato qualcosa di veramente magico in questo.»

Il cantante Dave Gahan ha aggiunto:

«Con questa pubblicazione abbiamo completamente spostato la nostra idea di come creare un disco. Quando ci scontriamo contro il muro della consapevolezza che il suono è troppo normale, lo scompigliamo, per dargli quel vero sound Depeche Mode. “Delta Machine” non fa eccezione, e non vedo l’ora che i nostri fan lo ascoltino.»

Il 23 ottobre 2012 è stato presentato ad una conferenza a Parigi il brano Angel, successivamente reso disponibile su VEVO.

Singoli

L'album è stato anticipato dal singolo Heaven, il cui videoclip è stato pubblicato il 1º febbraio 2013 su VEVO, mentre la versione su disco è uscita pochi giorni dopo, nella quale il brano è accompagnato da alcuni remix.

Il secondo singolo estratto è Soothe My Soul, la cui première radiofonica risale al 15 marzo 2013 durante lo show del mattino di Shaun Keaveny sulla stazione BBC Radio 6, il videoclip è stato pubblicato il 28 marzo su VEVO e il supporto fisico a partire dal 10 maggio.

Terzo singolo estratto è invece Should Be Higher, il cui videoclip è stato caricato su VEVO il 22 agosto 2013, mentre il supporto fisico pubblicato a partire dall'11 ottobre.

Accoglienza

Delta Machine ha ricevuto critiche generalmente positive. Su Metacritic gli è stato assegnato un punteggio di 65/100 basato su 33 recensioni.

Recensioni (1)

Kyle Anderson sull'Entertainment Weekly afferma che Delta Machine è "l'album più potente che la band abbia tirato fuori durante questo secolo" e considera i migliori pezzi del disco i brani My Little Universe e Soothe My Soul. Ha espresso il suo apprezzamento anche per il lavoro del collaboratore Christoffer Berg.

Secondo il critico del Times Will Hodgkinson l'album "trova il giusto bilanciamento fra il cinguettante elettropop del loro primo periodo e le aspre dissonanze industrial dei loro ultimi album".

Benjamin Boles del settimanale Now definisce Delta Machine come "il migliore album della loro carriera" e che le canzoni "vedono la band saltare in inaspettate ed eccitanti direzioni per poi riatterrare in piedi ogni volta", e che gli elementi elettronici del disco evocano "la lunatica techno tedesca più che il rimbalzante synthpop che ci si aspetterebbe dal trio inglese".

Per Laurence Green del sito musicOMH l'album "è il modello del più vigoroso ed energico materiale in 15 anni", concludendo che "in quella che è sempre stata una carriera spaventosamente coerente, Delta Machine è fra i migliori album del gruppo".

Recensioni (2)

Nonostante scriva che i testi di Gore "solitamente rovinano le cose", Neil McCormick del Daily Telegraph trova che egli abbia "un interessante approccio alle melodie in chiave minore, che vagano in un territorio quasi jazz fatto di stravaganti modulazioni, ma è sempre pronto con una raffica altamente carica di cori quando è richiesto".

James Manning della rivista Time Out London si riferisce all'album come "una delle migliori cose che abbiano mai registrato", "un grande, oscuro, drammatico album di una band che si espande fiduciosamente su un suono stabilito". Comunque, Manning sente che Gore "non ha ancora la padronanza vocale per portare a termine alcuni suoi testi melodrammatici".

David Jeffries su AllMusic descrive l'album come un "ben scritto [...] e delizioso insieme di canti di sirene", aggiungendo che "coloro che non vengono presi dall'oscuro erotismo che traina l'album rimarranno piuttosto delusi".

Jon Dolan di Rolling Stone afferma che l'album "celebra la meditazione sulla fede e il conforto senza lesinare sul marchio di fabbrica dei Depeche Mode".

Jesse Cataldo di Slant Magazine identifica Delta Machine come "un'altra ragionevolmente grande impresa per una band che è riuscita a diventare saggia ma non troppo vecchia".

Recensioni (3)

Secondo Caroline Sullivan del The Guardian "i Depeche Mode sono, come al solito, paralizzati dal loro rifiuto di ammettere qualche spiraglio di luce nel loro malinconico mondo [...] Dall'altra parte però quella musica austera che accompagna tutta questa oscurità è spesso bellissima", e loda la band per la loro abilità di "bilanciare rigogliosità e minimalismo a degli stupendi effetti".

In una recensione per Pitchfork, Douglas Wolk critica i testi dell'album, concludendo che "non vi è un singolo momento di sorpresa o di freschezza in Delta Machine, ed è enormemente frustrante sentire così profondamente resistente al cambiamento quello che era una volta un gruppo di futuristi".

Andy Gill del quotidiano The Independent definisce Delta Machine come "l'album più debole del gruppo in alcuni momenti", aggiungendo che "il momento più melodrammatico che Dave Gahan riesce a darci è 'penetrate your soul... bleed into your dreams', in più gli sfondi elettronici scolpiti sembrano tende che nascondono la debolezza dei maghi che muovono le macchine".

Kitty Empire del The Observer lo ha recensito come "una sorta di blues elettronico rosso sangue alla ribalta; soffia caldo e freddo". Secondo Emily Mackay del New Musical Express "le cose migliorano con le più cariche Soft Touch/Raw Nerve e Soothe My Soul, ma Delta Machine suona come se si stesse solo riscaldando"


Artist

I Depeche Mode sono un gruppo musicale inglese formatosi a Basildon nel 1980. La band è formata attualmente da Dave Gahan (voce), Martin Lee Gore(chitarra e tastiere) e Andrew Fletcher (tastiere, basso e portavoce).

La formazione originaria comprendeva anche Vince Clarke (tastiere, chitarra, cori, drum machine) noto per essere lo strumentista degli Yazoo, il quale ha lasciato la band nel 1981. Dopo l'abbandono di Clarke, Alan Wilder (tastiere, batteria, cori, basso, pianoforte, percussioni) si è unito al gruppo nel 1982 per poi lasciarlo nel 1995.

Video Depeche Mode – Heaven

Lyrics

Sometimes I slide away
Silently
I slowly lose myself
Over and over
Take comfort in my skin
Endlessly
Surrender to my will
Forever and ever

I dissolve in trust
I will sing with joy
I will end up dust
I'm in heaven

I stand in golden rays
Radiantly
I burn a fire of love
Over and over
Reflecting endless light
Relentlessly
I have embraced the flame
Forever and ever

I will scream The Word
Jump into the void
I will guide the herd
Up to heaven

Testo

A volte sparisco
Silenziosamente
Perdo lentamente me stesso
Ancora e ancora
Traggo conforto dalla mia pelle
Infinitamente
Mi arrendo alla mia volontà
Per sempre

Mi sciolgo nella fiducia
Canterò con gioia
Finirò in polvere
Sarò in paradiso

Fermo tra i raggi dorati
Radiosamente
Brucio un fuoco d'amore
Riflettendo una luce infinita
Senza sosta
Ho abbracciato la fiamma
Per sempre

Griderò la Parola
Salterò nel vuoto
Guiderò il gregge
fino al paradiso




Depeche Mode – Heaven Live Studio




TV 2013




TV 2013