Suggestions

Linkin Park – Burn It Down

Linkin Park - Burn It Down

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Linkin Park - Burn It Down

Song

Burn It Down è un singolo del gruppo musicale statunitense Linkin Park, pubblicato il 16 aprile 2012 come primo estratto dal quinto album in studio Living Things.

Descrizione

Inizialmente intitolato Buried at Sea, il brano presenta una forte influenza elettronica, ed è cantato sia da Bennington che da Shinoda, che rappa nell'interludio e nel finale. Una prima recensione da parte di Rolling Stone lo descrive infatti come «un botta e risposta di Shinoda e Bennington su beat e ritmi electro». Bennington ha affermato che il brano è il più complesso dell'album da eseguire dal vivo, motivando che le strofe sono le parti più difficili da cantare.

Antefatti e pubblicazione

Il 28 marzo Mike Shinoda tramite un video ha confermato che il brano sarebbe stato il primo singolo ad essere estratto da Living Things. In un'intervista ad MTV, Chester Bennington ha parlato del brano, esponendo che ciò che ha reso interessante il brano è «la grande energia e le forti melodie elettroniche, per questo l'abbiamo scelta come nostro primo singolo».

Dal 5 aprile 2012 fino all'11 aprile è stato possibile completare una serie di puzzle che avrebbero formato la copertina del singolo attraverso un sito apposito. Inoltre, l'11 aprile il gruppo fece sapere che sarebbero stati disponibili nuovi puzzle, i quali se venivano risolti permettevano l'ascolto di brevi spezzoni di Burn It Down; inoltre la Warner Music Germany ha rivelato che il brano sarebbe stato reso disponibile sull'iTunes locale a partire dal 16 aprile dalle 15:00.

Il 12 aprile l'emittente radiofonica statunitense Sonic 102.9 ha diffuso un'anteprima di trenta secondi del brano mentre il 16 aprile, data di pubblicazione del singolo, il gruppo ha pubblicato il lyric video su YouTube. Il 18 maggio il singolo è stato commercializzato in due formati: CD singolo ed EP, i quali contengono tre brani dal vivo provenienti dal concerto tenutosi all'iTunes Festival di Londra il 4 luglio 2011.

Il brano è stato remixato dal disc jockey polacco Tom Swoon ed inserito nell'album di remix Recharged, pubblicato nel 2013. Un ulteriore remix realizzato dal disc jockey tedesco Paul van Dyk è stato inserito come bonus track digitale di Recharged.

Video musicale

Il videoclip del brano, le cui riprese si sono svolte il 28 marzo, è stato diretto dal DJ del gruppo Joe Hahn. Un'anteprima del video è stata diffusa il 18 aprile in un video promozionale dei playoff dell'NBA. Tramite MTV, è stato annunciato che il video sarebbe stato pubblicato il 24 maggio.

In quella data, il gruppo ha pubblicato la prima parte del dietro le quinte della realizzazione del videoclip poche ore più tardi è stato trasmesso in anteprima mondiale il video, il quale mostra il gruppo eseguire il brano all'interno di una stanza. Ad essi sono applicati vari effetti digitali, tra i quali il fuoco che avvolge ciascuno di loro. Inoltre verso la fine del video si possono notare molti fermo immagine, in realtà realizzati dal gruppo stando completamente immobile.


Album

Living Things è il quinto album in studio del gruppo musicale statunitense Linkin Park, pubblicato il 26 giugno 2012 dalla Warner Bros. Records.

Antefatti

Nel giugno 2011 Chester Bennington ha rivelato alla rivista statunitense Kerrang! che i Linkin Park avevano cominciato le registrazioni del materiale per il quinto album nuovamente sotto la produzione di Rick Rubin:

«Stiamo lavorando su una nuova registrazione da due mesi. La musica è grandiosa e stiamo andando ben oltre a quello che ci eravamo prefissati. Ci sono un mucchio di brani buoni. Provocherà una reazione divisa, diversa. Ed è quello che voglio: come artista io cerco una reazione.»

Nella medesima intervista, il cantante ha inoltre spiegato l'intenzione del gruppo riguardo all'affrontare argomenti controversi piuttosto che trattare avvenimenti personali come accaduto con le precedenti pubblicazioni. Verso la fine di febbraio 2012, Mike Shinoda è stato intervistato dalla rivista Rocksound Magazine, rilasciando alcune dichiarazioni relative allo sviluppo dell'album:

«Ciò che abbiamo realizzato finora è davvero emozionante. Facciamo passi avanti ma allo stesso tempo è un lavoro che coinvolge anche il passato. Con questo non voglio dire che il nuovo album sarà come Hybrid Theory - non sarà così - ma c'è un'energia che ricorda qualcosa. L'ultimo [A Thousand Suns] era più un concept album e bisogna dedicargli del tempo, ascoltandolo con attenzione per comprenderlo fino in fondo. Il prossimo invece avrà un impatto più immediato.»
La direzione

Un mese più tardi, Bennington è stato nuovamente intervistato da Kerrang! riguardo alla direzione musicale che il gruppo ha preso con il quinto album:

«Con gli ultimi due album abbiamo provato in svariati modi ad uscire dall'etichetta nu metal che ci era stata affibbiata. È facile caratterizzarci in quel modo basandosi su Hybrid Theory e Meteora, quando eravamo a tutti gli effetti un gruppo nu metal. Ma sapevamo che c'era qualcosa di più in noi: perciò decidemmo di eliminare le chitarre metal presenti nei primi due album (suppongo siano state esse il motivo per cui siamo piaciuti a molta gente) e facendo questo, ci siamo accorti di aver trovato uno stile musicale più consono a noi.

In questo album abbiamo deciso di prestare attenzione alle nostre origini, infatti saranno presenti molte parti di chitarra con ritornelli lunghi ed elettronica più pesante in modo da ottenere un grande impatto sonoro senza essere troppo metal.»

Successivamente, Bennington e Shinoda sono stati intervistati dalla rivista Spin, facendo ascoltare in anteprima cinque brani, di cui uno realizzato in collaborazione con il violinista Owen PallettI'll Be Gone. Bennington in particolare ha dichiarato:

«Negli ultimi due album, se qualcuno di noi proponeva una canzone troppo "Linkin Parkiana", eravamo predisposti a scartarla. Ora sappiamo di avere le abilità e gli strumenti per prendere anche quelle idee e trasformarle in ciò che vogliamo, invece di bloccarci su di esse e pensare che suonino solamente nu metal. Questo ci ha sempre schifato, ma ora possiamo prendere gli elementi e reinventarne il suono, renderlo contemporaneo e fresco.»
Stile musicale
(EN)«The band's most powerful [album] since its megahit 2000 debut.» (IT)«Il più potente [album] del gruppo sin dal suo mega debutto del 2000.»
(Rolling Stone a proposito dell'album)

Per quanto riguarda la direzione musicale dell'album, Shinoda dichiarò che Living Things presenta una connessione con Hybrid Theory, ma chiarì presto specificando che secondo lui non si tratta di un ritorno alle sonorità dell'album, bensì agli Hybrid Theory (nome precedente del gruppo) perché «ciò era descrittivo della musica che facciamo». L'album presenta infatti una forte influenza hip hop fusa con elementi provenienti sia dal rock alternativo che da quello elettronico, ma in modo più omogeneo rispetto agli album precedenti.

Diversamente dal precedente A Thousand Suns, l'album presenta maggiori parti rappate da Shinoda e scream di Bennington, come nei brani Lost in the EchoLies Greed Misery o Victimized, senza tralasciare brani più melodici quali In My RemainsI'll Be Gone e Roads Untraveled.

Nell'album i Linkin Park hanno inoltre sperimentato svariate sonorità, passando dalla musica elettronica (Skin to Bone) alla folktronica (Castle of Glass), giungendo alla musica d'ambiente (Tinfoil). Inoltre, per la prima volta nella carriera del gruppo il chitarrista Brad Delson ha eseguito delle parti vocali principali, precisamente nel finale di Until It Breaks.


Artist

Linkin Park sono un gruppo musicale statunitense formatosi a Los Angeles nel 1996. Composto fino al 20 luglio 2017 da Chester Bennington (voce), Mike Shinoda (voce, tastiera e chitarra), Brad Delson (chitarra), Phoenix (basso), Rob Bourdon (batteria) e Joe Hahn (giradischicampionatore), si tratta di uno dei gruppi di maggior successo commerciale degli anni 2000 e 2010, avendo venduto oltre 100 milioni di copie dei loro dischi nel mondo, di cui 70 per gli album.

Nei primi anni di carriera il gruppo ha contribuito al successo del genere nu metal, proponendo tuttavia nel proprio stile una versione più orecchiabile di tale genere e pertanto sono stati spesso accostati al pop. I Linkin Park hanno vinto numerosi premi, tra cui due Grammy Award.

I loro album sono stati certificati più volte disco d'oro e di platino negli Stati Uniti d'America, e il loro album d'esordio Hybrid Theory è stato certificato disco di diamante nello stesso paese per aver venduto oltre 11 milioni di copie. Inoltre sono stati nominati nel 2003 da MTV come sesto gruppo più grande di sempre.

Video

Lyrics

The cycle repeated
as explosions broke in the sky
all that I needed
was the one thing I couldn't find

And you were there at the turn
Waiting to let me know
We're building it up
To break it back down
We're building it up
To burn it down
We can't wait
To burn it to the ground

The colors conflicted
as the flames climbed into the clouds
I wanted to fix this / but
couldn't stop from tearing it down

And you were caught at the turn
caught in the burning glow
And I was there at the turn
Waiting to let you know

You told me yes / You held me high
And I believed when you told that lie
I played soldier / You played king
And struck me down when I kissed that ring
You lost that right / to hold that crown
I built you up but you let me down
so when you fall / I'll take my turn
and fan the flames as your blazes burn

Testo

Il ciclo si ripeteva
Mentre le esplosioni tuonavano nel cielo
Tutto ciò di cui avevo bisogno
Era l'unica cosa che non riuscivo a trovare

E tu eri lì al punto di svolta
In attesa di farmi sapere
Lo stiamo rinforzando
Per distruggerlo nuovamente
Lo stiamo rinforzando
Per ridurlo in cenere
Non vediamo l’ora
Di distruggerlo completamente

I colori erano in conflitto
Mentre le fiamme salivano tra le nuvole
Volevo risolvere il problema / ma
Non riuscivo a smettere di demolirlo

E tu sei stato catturato al punto di svolta
Catturato nel bagliore ardente
E io ero lì al punto di svolta
In attesa di farti sapere

Mi hai detto sì / Mi hai sostenuto
E ti ho creduto quando hai detto quella bugia
Io ho fatto la parte del soldato / Tu quella del re
E mi hai colpito duramente quando ho baciato quell'anello
Hai perso quel diritto / Di tenere quella corona
Ti ho aiutato a diventare quello che sei ma tu mi hai deluso
Quindi quando cadrai / Toccherà a me
e soffierò sul fuoco non appena le tue fiamme arderanno.




TV




TV




Live 2014