Suggestions

Lou Reed – Coney Island Baby

Lou Reed - Coney Island Baby

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Lou Reed - Coney Island Baby

Album

Coney Island Baby è il quinto album solista di inediti di Lou Reed, pubblicato nel 1976. Coney Island Baby è anche il nome dell'ultima canzone del disco.

Oltre a celebrare la liberazione gay quasi come fosse il seguito di Transformer, la maggior parte dei testi parlano d'amore, e sono riferiti a Rachel (alias Tommy), un travestito con il quale in questo periodo Lou ha un'intensa relazione, esasperata dall'uso sfrenato di Speed (o Metedrina) da parte di entrambi.

Un caso a parte è la canzone Kicks, un tiratissimo rock che racconta la storia di un serial killer tratteggiandone la figura con toni crudi e realistici:

«Quando hai sfregiato quel tipo con quel punteruolo, ehi, fratello
lo hai fatto proprio con una tale naturalezza
E quando il sangue ha cominciato a scorrergli giù dal collo, ah ...
ci credi che è stato molto meglio del sesso?»
(Lou Reed)

Artist

(EN)«Lou Reed is the guy that gave dignity and poetry and rock n’ roll to smack, speed, homosexuality, sadomasochism, murder, misogyny, stumblebum passivity, and suicide» (IT)«Lou Reed è la persona che ha dato dignità, poesia e una sfumatura di rock'n'roll all'eroina, alle anfe, all'omosessualità, al sadomasochismo, all'omicidio, alla misoginia, all'inettitudine e al suicidio.»
(Lester BangsLet Us Now Praise Famous Death Dwarves, or, How I Slugged It Out with Lou Reed and Stayed Awake)
«Non ho mai avuto giovani che strillavano ai miei concerti. I ragazzi strillano per David [Bowie] , non per me. A me tirano siringhe sul palco.»

Lewis Allan "Lou" Reed (New York2 marzo 1942 – Southampton27 ottobre 2013) è stato un cantautorechitarrista e poeta statunitense.

Cantore al contempo crudo e ironico dei bassifondi metropolitani, dell'ambiguità umana, dei torbidi abissi della droga e della deviazione sessuale, ma anche della complessità delle relazioni di coppia e dello spleen esistenziale, Lou ha finito con l'incarnare lo stereotipo dell'Angelo del male, immagine con cui ha riempito i media per oltre tre decenni divenendo una delle figure più influenti della musica e del costume contemporanei.

Velvet Underground

Con i Velvet Underground, fondati nella sua New York a metà anni sessanta insieme al musicista d'avanguardia John Cale, pur non riscuotendo alcun successo commerciale ha rivoluzionato per sempre i dettami della musica rock, gettando le basi per quell'estetica nichilista che anni dopo sarebbe stata ribattezzata Punk.

Dopo lo scioglimento del gruppo ha avviato una lunga e proficua carriera solista, che può vantare album storici come Transformer (prodotto da David Bowie), il concept album Berlin, il live Rock N Roll Animal e l'album-provocazione Metal Machine Music.

Celebri e imitatissimi il suo look divenuto un marchio di fabbrica (giacca di pelle nera, jeans e Ray-Ban scuri), la sua voce apatica e apparentemente monocorde, il suo stile chitarristico abrasivo e dissonante.

Trapianto di fegato e morte

ADay of the Deadofrenda (una mostra curata dal consolato messicano a Boise, nell'Idaho) dimostra la grande influenza di Reed.

«Il rock&roll è una cosa talmente grande che la gente dovrebbe cominciare a morire per lui. (...) La gente dovrebbe morire per la musica. Tanto si muore per qualsiasi altra cosa, perché non per la musica? Muori per lei. Non è carino? Non moriresti volentieri per qualcosa di carino? Forse sono io che dovrei morire. In fondo, tutti i grandi del blues sono morti. Ma la vita va meglio, oggi. Io non voglio morire. Giusto?»
(Lou Reed)

Lou Reed soffriva dagli anni '70 di epatite C, contratta iniettandosi eroina con una siringa infetta, e negli anni 2000 si ammalò di cirrosi epaticadiabete e infine di tumore al fegato. A causa dell'insufficienza epatica, nel maggio 2013 Reed si sottopose ad un trapianto di fegato. Dopo la delicata operazione, Reed si disse pieno di speranze per il futuro e rilasciò la seguente dichiarazione:

(EN)«I am bigger and stronger than stronger than ever. [...] I look forward to being on stage performing, and writing more songs to connect with your hearts and spirits and the universe well into the future.» (IT)«Sono più grande e più forte di quanto non lo sia mai stato. Non vedo l'ora di essere su un palco a esibirmi, di scrivere nuove canzoni per entrare in contatto con i vostri cuori, i vostri spiriti e l'universo per ancora tanto tempo.»
Ricoverato

Il 30 giugno 2013 Lou Reed venne di nuovo ricoverato d'urgenza in un ospedale di Long Island, a New York, il Southampton Hospital, per un'acuta forma di disidratazione, stando a quanto riferito dal New York Post (ma venne esclusa la crisi di rigetto).

Parve riprendersi ma verso ottobre l'artista si dovette nuovamente ricoverare in una clinica a Cleveland in Ohio per complicazioni post trapianto e riaggravamento dell'epatite C e del tumore. Constatata la gravità della sua situazione, i medici acconsentirono a lasciarlo tornare a casa, essendo stato il trapianto l'"ultima opzione", come dissero i medici.

27 Ottobre

Il 27 ottobre 2013 Lou Reed morì all'età di 71 anni, vicino ai suoi cari e alla moglie Laurie Anderson. La notizia del decesso fu data dalla rivista Rolling Stone attraverso il suo sito web e si diffuse poi in tutto il mondo senza smentite di sorta.

Il fisiatra di Reed, Charles Miller, che si era occupato di lui durante il periodo riabilitativo post-trapianto, ha riferito di come Reed fosse stato molto combattivo fino alla fine: "Stava ancora facendo i suoi esercizi di Tai Chi fino a un'ora prima di morire, cercando di tenersi in forma per continuare la sua lotta contro la malattia".

La fine

Laurie Anderson raccontò poi che il marito non si era dato per vinto fino a mezz'ora prima del decesso, quando "all'improvviso l'ha accettato, tutto di un colpo e completamente".

«Non ho mai visto un'espressione così piena di stupore come quella di Lou quando è morto. Con le mani stava facendo la ventunesima forma di Tai Chi, che rappresenta lo scorrere dell'acqua. Aveva gli occhi spalancati. Stavo tenendo tra le mie braccia la persona che amavo di più al mondo, e gli parlavo mentre stava morendo. Il suo cuore si è fermato. Non aveva paura.

Ero riuscita ad accompagnarlo fino alla fine del mondo. La vita – così splendida, dolorosa e abbagliante – non può andare meglio di così. E la morte? Io credo che lo scopo della morte sia la liberazione dell'amore.»

(Laurie Anderson)

Le sue ultime parole furono "domani sarò fumo"; il certificato di morte riportò come causa ufficiale "malattia epatica e complicazioni del trapianto di fegato".

Video Coney Island Baby

Lyrics

You know man when I was a young man in high school
you believe it or not
I wanted to play football for the coach
And all those older guys
they said that he was mean and cruel
but you know –
I wanted to play football for the coach
They said I was a little too light weight
to play line-backer
so’s I’m playing right-end
I wanted to play football for the coach
‘Cause you know someday man
you gotta stand up straight
unless you’re gonna fall
then you’re goin’ to die
And the straightest dude
I ever knew was standing
right by me all the time
So I had to play football for the coach
Man I wanted to play football for the coach
When you’re all alone and lonely
in your midnight hour
And you find that your soul it’s been up for sale
And you begin to think ’bout
all the things that you’ve done
And begin to hate just ’bout everything
But remember the princess
who lived on the hill
Who loved you even though
she knew you was wrong
And right now she just might
come shining through
and the-

– Glory of love, glory of love
glory of love
just might come through
When all your two-bit friends
have gone and ripped you off
They’re talking behind your back saying man
you’re never gonna be no human being
Then you start thinking again
’bout all those things that you’ve done
And who it was and what it was
and all the different things
you made every different scene

Ah, but remember that the city is a funny place
Something like a circus or a sewer
And just remember different people
have peculiar tastes and the –
Glory of love, the glory of love
the glory of love, might see you through
yeah, but now-now

Glory of love, the glory of love
the glory of love, might see you through
I’m a Coney Island Baby now

I’d like to send this one out
to Lou and Rachel
and all the kids in PS 192
Man I swear I’d give
the whole thing up for you

Testo

Sai quando ero un ragazzo alle scuole superiori
che tu ci creda o meno
volevo giocare a football per l’allenatore
e tutti i ragazzi più grandi
dicevano che era cattivo e crudele
ma sai
volevo giocare a football per l’allenatore
dicevano che ero troppo gracile
per giocare in attacco
perciò gioco come ala destra
volevo giocare a football per l’allenatore
perché sai che un giorno, amico
dovrai tenerti dritto in piedi
altrimenti cadresti
e finiresti per morire
e il tipo più duro
che io abbia mai conosciuto stava
sempre di fianco a me
perciò dovevo giocare a football per l’allenatore
fratello, volevo giocare a football per l’allenatore
Quando te ne stai tutto solo
nel bel mezzo della notte
e scopri che la tua anima è stata messa in vendita
E cominci a pensare
a tutte le cose che hai fatto
e cominci a odiare proprio tutto
Allora ricordati della principessa
che viveva sulla collina
e che ti ha amato anche se
sapeva che stavi sbagliando
e proprio ora potrebbe
arrivare splendente
e la …

Gloria dell’amore, la gloria dell’amore
la gloria dell’amore
potrebbe arrivare
Quando tutti i tuoi amici da strapazzo
se ne sono andati e ti hanno fregato
e ti parlano dietro le spalle dicendo che tu
tu non sarai mai un essere umano
allora ricominci a pensare di nuovo
a tutte le cose che hai fatto
e a questo e a quello
e tutte le varie cose
te le rivedi in modo diverso

Allora ricordati che la città è un posto divertente
qualcosa di simile a un circo o a una fogna
e ricordati che gente diversa
ha gusti differenti e la ….
… Gloria dell’amore , la gloria dell’amore
la gloria dell’amore potrebbe capirti
si ma ora

La gloria dell’amore, la gloria dell’amore
la gloria dell’amore potrebbe capirti
Ora io sono un bambino di Coney Island

Voglio dedicarla
a Lou e Rachel
e a tutti i ragazzi della scuola statale 192
Amico, giuro che mollerei
tutto per te




Audio Coney Island Baby




Live 1984




Live 1976