Suggestions

Marta Sui Tubi – Vorrei

Pubblicato il
Marta Sui Tubi - Vorrei

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Marta Sui Tubi - Vorrei

Song

Vorrei è un brano musicale del gruppo musicale italiano Marta sui Tubi, pubblicato dalla BMG Rights Management come primo singolo estratto dal suo album intitolato Cinque, la luna e le spine.

Il brano, presentato al Festival di Sanremo 2013, viene scelto con il 63% dei voti rispetto all'altro brano Dispari.

Il video, pubblicato il 27 marzo 2013 in contemporanea a quello dell'altro pezzo, vede la regia di Calù.


Album

Cinque, la luna e le spine è il quinto album della band folk punk Marta sui Tubi, pubblicato il 14 febbraio 2013.

Il disco

L'album è uscito in contemporanea con la partecipazione del gruppo alla 63ª edizione del Festival di Sanremo, dove hanno presentato i brani Dispari, scartato in base al nuovo meccanismo di gara, e Vorrei.

Ad ispirare il titolo del disco, è il numero che ricorre spesso nella carriera della band, ossia il 5. Il frontman Giovanni Gulino ha infatti affermato: "questo è il nostro 5º album ed è da 5 anni che la formazione si è stabilizzata a 5 elementi".

Il brano Vagabond Home è il primo brano originale in lingua inglese della band, il secondo non in italiano considerando la cover di Tomorrow Never Knows dei Beatles contenuta nel secondo album C'è gente che deve dormire.

Il 22 marzo 2013 la band fa partire il tour promozionale.

Il 27 marzo 2013 vengono pubblicati i videoclip ufficiali di entrambi i brani presentati a Sanremo, ossia Vorrei e Dispari, ideati e diretti da Calu.


Artist

Marta sui Tubi sono una band folk rock italiana, formatasi nel 2002.

Esordi

I Marta sui Tubi sono un progetto nato quando Giovanni Gulino (già voce dei Mama Kin Band prima e degli Use And Abuse poi) e Carmelo Pipitone (già voce e chitarra dei RYM), rispettivamente di Marsala e Petrosino, vengono a conoscenza dei rispettivi progetti acustici scambiandosi dei demo nell'estate del 2002, e decidono di fare musica assieme.

Nell'autunno dello stesso anno il duo si trasferisce a Bologna. Nella città emiliana danno vita ai Marta sui Tubi, gruppo che si basa su due voci e una chitarra acustica. Il repertorio è molto vario, si parte da varie cover che spaziano da Jeff Buckley fino a Bugo, aggiungendo a queste una trentina di canzoni inedite.

Continuano a suonare per tutta la stagione fredda nei pub bolognesi, riuscendo ad attirare sempre più pubblico e diventando un vero e proprio fenomeno underground. Nel frattempo scrivono nuove canzoni che man mano propongono alla gente che va a vederli.

Nel gennaio 2003 i Marta sui Tubi registrano un demo con un solo microfono, 11 canzoni per farsi conoscere da produttori e case discografiche. Fabio Magistrali, produttore di molti artisti tra cui anche il già citato Bugo, ascolta il demo e accetta subito il ruolo di produttore artistico per la band.

Muscoli e dei

L'album di esordio della band, Muscoli e dei, viene pubblicato nel 2003 da Eclectic Circus Records. Da questo disco verranno estratti i singoli Stitichezza cronica e Vecchi difetti. In un'intervista i Marta sui tubi hanno dichiarato "Muscoli e dei ha rappresentato una scoperta di noi stessi. Abbiamo capito che avremmo potuto cambiare vita, rendendo la musica un lavoro."

Nel 2004 entra a far parte del gruppo il batterista Ivan Paolini. Nello stesso anno la band ha vinto il Premio del Meeting delle etichette indipendenti come " miglior gruppo indipendente italiano".

Video

Testo

Quando il cuore è convinto non sbagli mai
Prova a chiedere al vento quello che vuoi
C'è chi ha detto che hai fatto dei bei casini
E distratta distruggi ogni cosa sai

E io vorrei,
vorrei ancora più bellezza
E io sarei,
con te sarei pronto a fare tutto un'altra volta
E tuffarmi nella tua purezza
Perché ormai non posso più, più stare senza
Quando tornerà, quando tornerà l'essenza
La raccoglierai tu

Chiedo perdono a i punti cardinali dello stare
Al mondo per non averli riconosciuti
Chiedo perdono a ognuna delle lacrime che non ho bevuto

E io vorrei, e io vorrei
Vorrei prenderti le mani e berci dentro
E tuffarmi nella tua purezza
Solo se lo vuoi tu

Chiedo perdono alla pastorizia perché con la mia condotta ho umiliato la reputazione della pecora nera
Chiedo perdono alle stalle che meritano sempre di ospitarmi ma che evito di frequentare troppo stesso

Dormi qui, com'è facile restare sveglio
Dormi qui,
ho perduto troppo tempo ma ora
Dormi qui, sono piccolo per abbracciare il cielo
Dormi qui, troppo grande per volarci dentro

E io vorrei, vorrei prenderti le mani e berci dentro
E tuffarmi nella tua purezza
Perché ormai non posso più, più stare senza
Solo se lo vuoi tu

Live 2013

Live 2016

CAE Live 2014

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi delle canzoni che non sono scritti e tradotti personalmente sono prelevati dal web da siti come angolotestilyricfindmusixmatch