Metallica – Fade To Black

Metallica - Fade To Black

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Metallica - Fade To Black

Song

Fade to Black è un singolo promozionale del gruppo musicale statunitense Metallica, pubblicato nel 1984 ed estratto dal secondo album in studio Ride the Lightning.

Descrizione

Fade to Black parla di depressione e della mancanza di qualcosa che crea vuoto dentro di sé. In realtà, sebbene la poeticità del testo possa far pensare a motivi molto personali, l'ispirazione che ha dato vita al brano è il furto di tutto l'equipaggiamento del gruppo avvenuto a Boston il 14 gennaio 1984. Secondo il gruppo, Fade to Black gioca un ruolo chiave per la riuscita dell'intento artistico che i Metallica stavano tentando di perseguire con Ride the Lightning.

Ciò che venne ricercato era infatti la dinamicità, ottenuta con il contrasto nell'accostamento di pezzi veloci e lenti.

L'assolo presente nella parte finale di Fade to Black è stato inserito al 24º posto negli assoli di chitarra migliori di sempre della rivista Guitar World.

Fade to Black rappresenta inoltre la prima "traccia 4", numero che negli album a venire (Master of Puppets...And Justice for AllMetallica e Death Magnetic) sarà proprio dedicato ai brani "lenti" (rispettivamente Welcome Home (Sanitarium)OneThe Unforgiven e The Day That Never Comes).

Esecuzioni dal vivo

È stato l'ultimo brano che suonò Jason Newsted dal vivo con i Metallica, ossia il 30 novembre 2000 ai VH1 Music Awards. Ironicamente era una delle canzoni dei Metallica preferite da Newsted, e fu detto che aveva un grande valore sentimentale per lui, sebbene fosse stata scritta prima che entrasse nel gruppo.

Dopo la terza notte del concerto del 30º anniversario dei Metallica, il gruppo confermò che Fade to Black è stata suonata dal vivo oltre mille volte.

Cover

Fade to Black è stata reinterpretata dal gruppo power metal Sonata Arctica, dagli Apocalyptica e in concerto dai Disturbed.


Album

Ride the Lightning è il secondo album in studio del gruppo musicale statunitense Metallica, pubblicato il 27 luglio 1984 dalla Megaforce Records.

Si tratta dell'ultimo disco pubblicato con la Megaforce Records, dopodiché il gruppo firmò per la Elektra Records il 12 settembre dello stesso anno, la quale ripubblicò il disco il 19 novembre.

Nel giugno del 2017 la rivista Rolling Stone ha collocato l'album alla undicesima posizione dei 100 migliori album metal di tutti i tempi.

Descrizione

Ride the Lightning segna il passaggio del gruppo dalle tipiche tematiche metal dell'album precedente ad altre più mature e politiche. Vari sono gli argomenti trattati come la pena di morte (Ride the Lightning), il suicidio (Fade to Black), esperimenti scientifici (Trapped Under Ice), piaghe bibliche (Creeping Death) e avventure letterarie (For Whom the Bell Tolls), decisamente anomale per un gruppo thrash metal di quei tempi.

Il disco inoltre è anche l'ultimo album in cui compare il chitarrista Dave Mustaine nei crediti delle canzoni dopo essere stato cacciato dai Metallica: il suo nome appare infatti in Ride the Lightning e in The Call of Ktulu. Quest'ultimo è un brano strumentale dedicato allo scrittore horror Howard Phillips Lovecraft ed era originariamente intitolato When Hell Freezes Over.

Pubblicazione

Nello stesso anno di pubblicazione del disco, l'etichetta discografica francese Bernett Records stampò erroneamente 400 copie dell'album colorate di verde anziché blu. Grazie a tale errore questa versione viene considerata dai collezionisti una rarità.

Il 17 febbraio 2016 il gruppo ha annunciato l'edizione rimasterizzata dell'album, prevista per la pubblicazione in occasione dell'annuale Record Store Day. La ristampa è stata commercializzata nei formati CD, LP e box set, quest'ultimo comprensivo di quattro vinili, sei CD, un DVD, un libro fotografico, un minilibro con i testi scritti a mano e tre poster.


Artist

Metallica (IPA/məˈtælɨkə/) sono un gruppo musicale heavy metal statunitense, formatosi a Los Angeles nel 1981 e composto da James HetfieldLars UlrichKirk Hammett e Robert Trujillo.

I loro primi lavori, grazie alla velocità dei pezzi, tecnicismi strumentali ed aggressività, li hanno portati ad entrare nei "Big Four" del thrash metal, accanto a SlayerMegadeth ed Anthrax.

Nel corso degli anni, il gruppo si è guadagnato in poco tempo un crescente seguito di fan e, con la pubblicazione di Master of Puppets nel 1986, ha raggiunto secondo molti l'apice della carriera. Il successo commerciale giunse nel 1991 con l'album omonimo, che esordì alla prima posizione della classifica statunitense degli album.

Con questo lavoro la band ampliò molto la sua direzione musicale, rivolgendosi non più ai soli fan del thrash e, grazie a sonorità più semplici ed orecchiabili, divennero una delle maggiori realtà musicali del periodo.

Audio

Lyrics

Life it seems, will fade away
Drifting further every day
Getting lost within myself
Nothing matters no one else
I have lost the will to live
Simply nothing more to give
There is nothing more for me
Need the end to set me free

Things are not what they used to be
Missing one inside of me
Deathly lost, this can't be real
Cannot stand this hell I feel
Emptiness is filing me
To the point of agony
Growing darkness taking dawn
I was me, but now He’s gone

No one but me can save myself,
but it's too late
Now I can't think,
think why I should even try
Yesterday seems as though it never existed
Death Greets me warm,
now I will just say good-bye

Testo

La vita sembra stia svanendo
Mi lascio andare ogni giorno di più
Mi perdo in me stesso
A nessuno importa di niente
Ho perso la volontà di vivere
Semplicemente perché non ho più nulla da dare
Non c’è più niente per me
Ho bisogno della fine per essere libero

Le cose non sono più come nel passato
Manca qualcuno dentro di me
Mortalmente perso, non può essere vero
non posso più sopportare questo inferno
Il vuoto mi riempie
Fino all’agonia
l’oscurità sopravanza l’alba
Ero io, ma ora non c’è più

Nessuno tranne me può salvarmi,
ma è troppo tardi
Ora non posso pensare,
pensare, perché avrei dovuto persino provarci?
Ieri sembrava non fosse mai esistito
La morte mi saluta caldamente,
ora dirò soltanto addio




Live 2018




1985 Live




Live 1991




Lascia un commento