Suggestions

Nick Cave And The Bad Seeds & Kylie Minogue – Where The Wild Roses Grow

Nick Cave And The Bad Seeds & Kylie Minogue - Where The Wild Roses Grow

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Nick Cave And The Bad Seeds & Kylie Minogue - Where The Wild Roses Grow

Song

Where The Wild Roses Grow è un brano del gruppo di Nick Cave and The Bad Seeds che vede la collaborazione con la cantante australiana Kylie Minogue, tratto dall'album del gruppo Murder Ballads. Pur non comparendo in nessun album da studio della cantante, è presente nelle sue raccolte come Hits+ e Ultimate Kylie.

Il brano

Un CD del brano, dove Blixa Bargeld cantava le strofe di Kylie, venne inviato a casa dei genitori della cantante prima sua della registrazione.

Il brano si è classificato al 2º posto nella classifica nella ARIA Charts in Australia e e al 11º posto nella Official Singles Chart nel Regno Unito.

Nick Cave and the Bad Seeds e Kylie Minogue lo eseguirono per la prima volta insieme dal vivo il 4 agosto 1995Cork in Irlanda ed in seguito in numerose altre occasioni. Nelle esecuzioni dal vivo di Nick Cave and the Bad Seeds, la parte femminile di Kylie Minogue veniva spesso cantata e interpretata da Blixa Bargeld, chitarrista dei Bad Seeds fino al 2003 e voce solista/autore/musicista degli Einstürzende Neubauten.

Video

Il video musicale girato per il brano ha come regista Rocky Shenck e vede impegnati due protagonisti: Elisa Day e il suo amante, rispettivamente interpretati da Kylie Minogue e Nick Cave. In una cupa palude Elisa, ormai morta, rievoca la sua triste vicenda insieme al suo assassino. La canzone narra, infatti, dell'omicidio della ragazza compiuto dall'amante. Il titolo (trad. Dove crescono le rose selvatiche) è un riferimento al luogo della morte di quest'ultima, appunto il fiume dove crescono questi fiori.

Il video è stato girato vicino al villaggio di West Peckham nel Kent in Inghilterra. Il regista ha preso spunto, per la posa di Elisa nell'acqua, dall'opera Ophelia del pittore preraffaelita John Everett Millais.


Album

Murder Ballads è il nono album discografico di Nick Cave and the Bad Seeds, pubblicato nel 1996 da Mute Records. Come suggerisce il titolo (che tradotto significa Ballate omicide), l'album consiste appunto in ballate omicide, un genere di canzoni che si basa sui dettagli (e spesso le conseguenze) dei crimini di passione: riprendendo un filone tipico del folk anglosassone, Nick Cave racconta storie di assassini ed assassinii.

Si è avvalso della collaborazione di Kylie Minogue per il brano Where the Wild Roses Grow e di quella di PJ Harvey per Henry Lee.


Artist

I Nick Cave and the Bad Seeds sono un gruppo fondato nel 1983 dal cantautore australiano Nick Cave.

Storia del gruppo

La band nacque nel 1983, su iniziativa del cantante Nick Cave e del polistrumentista Mick Harvey, entrambi già membri della rock band The Birthday Party, scioltasi in quello stesso anno, con lo scopo di supportare la carriera solista, come cantautore, di Cave.

Ai due si aggiunsero il chitarrista Blixa Bargeld, membro della già nota band Einstürzende Neubauten, il chitarrista Hugo Race e il bassista Barry Adamson. Inizialmente la band si esibì col nome The Cavemen, cambiandolo dopo poco in Nick Cave and the Bad Seeds.


Nick Caveall'anagrafe Nicholas Edward Cave (Warracknabeal22 settembre 1957), è un cantautorecompositorescrittoresceneggiatore e attore australiano.

Grazie ad una serie di notevoli album e intense esibizioni dal vivo, ha coniato uno stile lirico e musicale inconfondibile, che lo ha imposto come una delle figure più influenti e carismatiche della musica contemporanea.

Dagli esordi post-punk ai lavori recenti, più vicini al cantautorato, Cave ha sviluppato una personalissima rielaborazione dei generi cardine della musica nata negli Stati Uniti (blues, gospel, country), affrontati con lo spirito cupo e sperimentale della new wave e del gothic rock, anche grazie alla sua caratteristica voce gutturale da baritono.

I suoi testi, attraversati da una forte tensione religiosa e da un costante senso di apocalisse imminente, affrontano tematiche quali il ruolo del divino nella vita dell'uomo, la ricerca della redenzione, l'angoscia esistenziale e l'amore perduto.


Artist

Kylie Ann Minogue (Melbourne28 maggio 1968) è una cantantecompositriceattricestilista e produttrice discografica australiana naturalizzata britannica.

Attiva dal 1979 come attrice e nell'industria discografica dal 1987, per i suoi meriti artistici è membro dell'Ordine dell'Impero Britannico dal 2008, nonché cavaliere delle Arti e dello Spettacolo Nazionale, onorificenza conferitale dal governo francese.

La sua carriera è distinta in tre periodi, legati alle case discografiche per le quali ha inciso: il primo periodo, a cavallo tra gli anni ottanta e novanta, in cui produsse per la PWL di Pete Waterman e si rese nota nel Regno Unito; un periodo centrale, in cui fu legata alla Deconstruction Records, casa specializzata in contemporary dance, con la quale si affermò come autrice, compositrice e produttrice dei suoi album; il periodo Parlophone, dal 1999, in cui ha consolidato il suo successo di star internazionale.

Video

Lyrics

They call me The Wild Rose
But my name was Elisa Day
Why they call me it I do not know
For my name was Elisa Day

‎From the first day I saw her
I knew she was the one
As she stared in my eyes and smiled
For her lips were the colour
of the roses
They grew down the river,
all bloody and wild

When he knocked on my door
and entered the room
My trembling subsided
in his sure embrace
He would be my first man,
and with a careful hand
He wiped the tears
that ran down my face

‎On the second day
I brought her a flower
She was more beautiful
than any woman I’d seen
I said, ‘Do you know
where the wild roses grow
So sweet and scarlet and free?’

On the second day
he came with a single rose
Said: ‘Will you give me
your loss and your sorrow?’
I nodded my head,
as I layed on the bed
He said, ‘If I show you the roses
will you follow?’

On the third day
he took me to the river
He showed me the roses
and we kissed
And the last thing I heard
was a muttered word
As he stood smiling above me
with a rock in his fist

‎On the last day I took her
where the wild roses grow
And she lay on the bank,
the wind light as a thief
As I kissed her goodbye, I said,
‘All beauty must die’
And lent down and planted
a rose between her teeth

Testo

Mi chiamano la Rosa Selvatica
ma il mio nome era Elisa Day.
Perché mi chiamino così, non so
perchè il mio nome era Elisa Day

Dal primo giorno che la vidi
seppi che era lei quella per me,
appena mi fissò negli occhi e sorrise
con il colore delle rose
sulle labbra
quelle che crescevano lungo il fiume, insanguinate e eccitanti

Quando bussò alla porta
e entrò nella stanza
i miei brividi si smorzarono
nel suo abbraccio deciso.
Sarebbe stato il mio primo uomo,
e con un gesto protettivo
asciugò le lacrime
che mi scorrevano sul viso

Il secondo giorno
le portai un fiore
era la più bella donna
che avessi mai visto.
Le dissi “Tu sai
dove crescono le rose selvatiche
quelle dolci e scarlatte e libere?”

Il secondo giorno
lui arrivò con una sola rosa rossa
Disse: “Vuoi darmi
la tua resa e il tuo rimpianto?”
Annuii mentre
mi stendevo sul letto
Lui disse: “Se ti mostro le rose
tu mi seguirai?”

Il terzo giorno
mi portò al fiume
mi mostrò le rose
e ci baciammo
e l’ultima cosa che udii
fu una parola sussurrata
mentre lui stava sorridente su di me con una pietra in pugno

L’ultimo giorno la portai
dove crescono le rose selvatiche
e si distese sulla riva,
con il soffio leggero di un ladro
le diedi il bacio d’addio, dissi,
“Tutte le cose belle devono morire”
la colpii e le ficcai
una rosa tra i denti

Live 2019

Movie

Live 1996

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi delle canzoni che non sono scritti e tradotti personalmente sono prelevati dal web da siti come angolotestilyricfindmusixmatch