Pink Floyd – Money

Pink Floyd - Money

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




Pink Floyd - Money

Song

Money è un singolo del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato il 7 maggio 1973 come primo estratto dall'ottavo album in studio The Dark Side of the Moon.

È uno dei quattro brani che i Pink Floyd eseguirono al Live 8 il 2 luglio 2005, serata nella quale sono tornati ad esibirsi insieme per la prima ed ultima volta dopo 24 anni.

Descrizione

Il testo della canzone è stato composto dal bassista Roger Waters ed è un'ironica critica all'eccessivo attaccamento al denaro, uno dei "lati oscuri" della natura umana, cause di disagio e sofferenza, che costituiscono il tema centrale di The Dark Side of the Moon. È opinione comune che il denaro sia la radice di tutti i mali odierni, osserva Waters, ma nessuno è mai davvero disposto a privarsene.

È opinione diffusa che Waters si sia ispirato al libro di George Eliot, il celebre Silas Marner, per la scrittura del testo.

Struttura musicale

La canzone è nota per le strofe in tempo irregolare (7/4), caratteristica non insolita per un certo rock degli anni '70 ma caso unico per i Pink Floyd, nonché piuttosto rara per un singolo di successo.

Al pari di tutte le canzoni dello stesso album, che vedono un largo uso di effetti sonori (grazie anche al tecnico del suono Alan Parsons), Money si apre con vari rumori di un registratore di cassa e suoni di monete opportunamente loopati in modo da scandire il tempo in 7/4, fino all'attacco vero e proprio del brano.

Un'ipotesi alternativa è che si tratti invece di una slot machine meccanica, di cui si sente l'introduzione della moneta, il tiro-rilascio della leva (da qui il nomignolo "one-arm bandit" dato alla macchina mangiasoldi), la rotazione dei rulli.

riff di basso in 7/4

Il primo strumento ad entrare in scena è il basso, seguito poi da tutti gli altri. A metà canzone è anche presente un assolo di sassofono, suonato da Dick Parry, amico di Gilmour che fu scelto senza indugi, dal momento che era in grado di suonare un assolo in 7/4.

Dopo l'assolo, il tempo cambia da 7/4 ad un più comune 4/4 sul quale David Gilmour esegue un assolo di chitarra per vari "giri", separati da un riff molto ben riconoscibile, suonato all'unisono da tutti gli strumenti. Gilmour ha dichiarato in un'intervista che il cambio di tempo avesse anche lo scopo di «rendergli la vita più facile» nell'assolo.

Dopo la ripresa del cantato, e il ritorno alla struttura metrica iniziale, Il brano sfuma su un tempo nuovamente di 4/4, con la voce che ripete ad oltranza la parola "away" (l'ultima del testo) mentre tornano i frammenti di parlato, che ricorrono in tutto il disco e che in questa sezione trattano di episodi di violenza verso il prossimo.

Il tutto si dissolve nel tappeto di organo che costituisce l'introduzione di Us and Them, brano successivo. Particolare la versione Live inserita nell'album Delicate Sound of Thunder in cui, dopo l'assolo di Gilmour, l'esecuzione del brano vira su un tempo reggae e dà lo spunto all'originale assolo di basso di Guy Pratt.

Dopo di ciò inizia la parte in cui si evidenziano i "giochi" di tastiera/organo Hammond della coppia Wright/Carin in puro stile jazzistico per poi ritornare sull'assolo di chitarra e quindi proseguire con l'ultimo cantato. Una versione simile sebbene con differenti fraseggi strumentali è stata eseguita a Venezia nel 1989.

Riferimenti

Nel film Pink Floyd The Wall, durante la canzone The Happiest Days of Our Lives, si vede il piccolo Pink a scuola che scrive una poesia su un pezzo di carta. Il professore gli si avvicina e, per deriderlo, legge all'intera classe la poesia. Si tratta di un estratto del testo di Money:

«Money get back
I'm all right, Jack
Keep your hands off my stack
New car
Caviar
Four star daydream
Think I'll buy me a football team.»
(Pink Floyd, Money)

Album

(ENThe Dark Side of the Moon was an instance of political, philosophical and humanitarian empathy that desperately asked to come out.» (ITThe Dark Side of the Moon era un'istanza di empatia politica, filosofica e umanitaria che chiedeva disperatamente di venir fuori.»
(Roger Waters)

The Dark Side of the Moon (intitolato Dark Side of the Moon nell'edizione CD del 1993) è l'ottavo album in studio del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato il 10 marzo 1973 negli Stati Uniti d'America dalla Capitol Records e il 23 dello stesso mese nel Regno Unito dalla Harvest Records.

L'album rappresenta l'approdo di numerose sperimentazioni musicali che i Pink Floyd andavano da tempo operando sia nei loro concerti che nelle registrazioni, pur presentando in misura relativamente ridotta rispetto al passato le lunghe parti strumentali che erano diventate una caratteristica peculiare del gruppo, lasciando così più ampio spazio ai testi - scritti da Roger Waters - tutti incentrati sul tema filosofico degli aspetti che sfuggono al controllo razionale dell'animo umano, e ne costituiscono perciò il "lato buio", cui il titolo metaforicamente fa riferimento.

Tra i temi affrontati nel concept album troviamo il conflitto interiore, il rapporto con il denaro, il trascorrere del tempo, la morte, il rapporto conflittuale con l'altro da sé e l'alienazione mentale, quest'ultimo ispirato in parte dal crollo psichico sofferto da Syd Barrett, membro fondatore e principale compositore e paroliere del gruppo fino alla sua uscita nel 1968.

Il tour

L'album si sviluppò come parte del tour del 1971, in seguito alla pubblicazione di Meddle, e iniziò a essere pubblicizzato diversi mesi prima dell'inizio effettivo delle registrazioni in studio. Il nuovo materiale venne migliorato e raffinato durante il Dark Side of the Moon Tour, e fu infine registrato in due sessioni nel 1972 e nel 1973 agli Abbey Road Studios di Londra.

I Pink Floyd usarono alcune delle tecniche di registrazione più avanzate dell'epoca, inclusi la registrazione multitraccia e i nastri magnetici in loop. In molti brani si usarono sintetizzatori analogici e diffuso è l'utilizzo di rumori d'ambiente, nonché di frammenti parlati funzionali al concetto filosofico dell'opera. Il tecnico del suono Alan Parsons contribuì attivamente ad alcuni degli aspetti sonori più innovativi, come ad esempio il battere le ore e il ticchettio degli orologi sul brano Time.


Artist

I Pink Floyd sono stati un gruppo musicale rock britannico formatosi nella seconda metà degli anni sessanta che, nel corso di una lunga e travagliata carriera, è riuscito a riscrivere le tendenze musicali della propria epoca, diventando uno dei gruppi più importanti della storia.

Sebbene agli inizi si siano dedicati prevalentemente alla musica psichedelica e allo space rock, il genere che meglio definisce l'opera dei Pink Floyd, caratterizzata da una coerente ricerca filosofica, esperimenti sonori, grafiche innovative e spettacolari concerti, è il rock progressivo.

Video

Lyrics

Money get away
Get a good job with more pay and you’re ok
Money,it’s a gas
Grab that cash with both hans
and make a stash
new car,caviar,four star daydream
think i’ll buy me a football team

money get away
i’m alright Jack keep your hands off my stack
money it’s a hit
don’t give me that do goody good bullshit
i’m in the hi-fidelity first class travelling set
and i think i need a Lear jet

money,it’s a crime
share it fairly,but don’t take a slice of my pie
money,so they say
is the root of all evil today
but if you ask for a rise it’s no a surprise
that they’re giving none away

Testo

Soldi, andate via
Trovati un buon lavoro con una grande paga e sei ok
Soldi, è un gas
Afferra quell contante con entrambe le mani e
mettilo da parte
Auto nuova, caviale, sogni ad occhi aperti a 4 stelle
Penso che mi comprerò una squadra di football

Soldi, andatevene via
Sto bene Jack, tieni giù le mani dal mio gruzzolo
Soldi, sono una botta
Non darmi questa merda da pochi spiccioli
Sono tra i fedelissimi della prima classe
E penso di aver bisogno di un Lear jet

Soldi, sono un crimine
Dividi equamente, ma non toccare la mia fetta di torta
Soldi, così dicono tutti
Sono l’origine di tutto il male di oggi
Ma se domandi l’aumento non è una sorpresa
Che non ti daranno un bel niente




Live 8




Live 1994




Live