Suggestions

Pearl Jam – Wishlist

Pearl Jam - Wishlist

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Pearl Jam - Wishlist

Song

Wishlist è il secondo singolo pubblicato dal quinto album dei Pearl JamYield. La band suonò la canzone al The Late Show with David Letterman per promuovere l'album. Wishlist è stata inclusa nel greatest hits della band, Rearviewmirror: Greatest Hits 1991-2003.

Dal vivo, alla canzone viene aggiunta una parte conclusiva improvvisata, alla quale di solito segue un'altra canzone, come Why Can't I Touch It dei Buzzcocks.

Significato del testo

La canzone riguarda il cantante della band, Eddie Vedder, che cerca di realizzare i propri desideri, ma la sua lista (Wishlist) si conclude con il verso "I wish I was as fortunate, as fortunate as me" ("Desidero che io sia così fortunato, così fortunato come me").


Album

Yield è il quinto album dei Pearl Jam, pubblicato il 3 febbraio 1998 da Epic con una custodia in digipack.

Storia

Questo album è considerato un punto di svolta nella storia dei Pearl Jam perché è il primo in cui tutti i componenti hanno partecipato attivamente anche alla sua concezione e in particolare alla scrittura dei testi, mentre in precedenza il cantante Eddie Vedder era il principale autore delle liriche.

Descrizione

Dopo un album in cui si erano concessi numerose sperimentazioni, No Code, i Pearl Jam producono un disco che segna almeno in parte un ritorno alle origini, in cui si possono ritrovare parecchie delle caratteristiche di Vitalogy; un rock molto pulito, con pochi effetti sonori o saturazioni.

Do the Evolution è una canzone che esprime la rabbia verso la civiltà del consumismo, considerata anche come "fine dell'evoluzione". È la prima canzone dai tempi di Ten ad avere un video.

La canzone No Way, scritta per intero da Stone Gossard, si caratterizza per un sottofondo chitarristico ipnotico e ossessivo, che conferisce al brano un'atmosfera inquieta.

Forse il passaggio più bello di Wishlist è “I wish I was a sentimental ornamnet you hung on”. Lascia sempre a bocca aperta: essere un ornamento sentimentale che tieni stretto. Pochissime parole per dire una cosa così bella.

La prima versione pubblicata in Italia in formato digipack conteneva un foglio con la traduzione di alcune delle canzoni presenti sull'album. Infatti il cantante Eddie Vedder, durante un tour in Italia, si era fatto tradurre dall'italiano all'inglese i testi delle sue canzoni così come erano riportati nei libri di musica sui Pearl Jam.

Rimasto deluso decise di inserire nel nuovo album Yield un foglietto con la traduzione corretta, in italiano, di quello che lui intendeva esprimere nei testi delle sue canzoni.


Artist

Pearl Jam sono un gruppo musicale grunge/rock alternativo statunitense, formatosi a Seattle nel 1990.

Sono stati tra i gruppi più famosi e di successo degli anni novanta: in carriera hanno venduto oltre 60 milioni di copie di cui 30 milioni soltanto negli Stati Uniti. Nonostante il loro stile differisca molto da gruppi quali i Nirvana e gli Alice in Chains, caratterizzati rispettivamente da profonde influenze punk e metal, hanno creato una di quelle che sono considerate le tre vie del grunge, insieme alle due precedenti, più affine al rock classico degli anni settanta.

Secondo la rivista Rolling Stone, il gruppo «spese la maggior parte degli anni novanta ad allontanare la propria fama» per via del loro atteggiamento anti-commerciale.

I Pearl Jam sono stati inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2017, il primo anno in cui il gruppo era eleggibile.

Tuttora in piena attività, il gruppo raccoglie consensi di critica e di pubblico, continuando a influenzare numerosi gruppi rock contemporanei.

Audio

Lyrics

I wish I was a neutron bomb for once I could go off
I wish I was a sacrifice
but somehow still lived on
I wish I was a sentimental ornament you hung on

The Christmas tree I wish I was the star that went on top
I wish I was the evidence I wish I was the grounds
For fifty million hands upraised and open toward the sky

I wish I was a sailor with someone who waited for me
I wish I was as fortunate
as fortunate as me
I wish I was a messenger and all the news was good
I wish I was the full moon
shining off a Camaro's hood

I wish I was an alien at home behind the sun
I wish I was the souvenir
you kept your house key on
I wish I was the pedal brake that you depended on
I wish I was the verb 'to trust'
and never let you down

I wish I was a radio song, the one that you turned up

Testo

Vorrei essere una bomba a neutroni per una volta che avrei potuto esplodere
Vorrei essere un sacrificio
ma in qualche modo ancora sopravvissuto
Vorrei essere un ornamento sentimentale a cui hai appeso

L'albero di Natale vorrei essere la stella che è salito in cima
Vorrei essere la prova che vorrei essere i motivi
Per cinquanta milioni di mani alzate e aperte verso il cielo

Vorrei essere un marinaio con qualcuno che mi aspettava
Vorrei essere altrettanto fortunato
fortunato come me
Vorrei essere un messaggero e tutte le notizie erano buone
Vorrei essere la luna piena
risplendendo dal cappuccio di una Camaro

Vorrei essere un alieno a casa dietro il sole
Vorrei essere il souvenir
hai tenuto la chiave di casa
Vorrei essere il freno a pedale da cui dipendevi
Vorrei essere il verbo "fidarsi"
e mai deluderti

Vorrei essere una canzone radiofonica, quella che hai ascoltato

David Letterman

Live

Live 2014

Eddie Vedder

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi sono presi da testicanzoni di MTV