Queen & David Bowie – Under Pressure

Queen & David Bowie - Under Pressure

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


Queen & David Bowie - Under Pressure

Song

Under Pressure è una canzone dei Queen con David Bowie. La canzone fu pubblicata nel 1981 e poi inserita nell'album Hot Space del 1982. Fu la prima collaborazione della band con un altro grande artista.

Il brano

I Queen avevano accennato un pezzo in studio dal titolo provvisorio di Feel Like scritto da Taylor ma non erano rimasti soddisfatti. Inizialmente, né la band né Bowie avevano in programma di rimettersi a lavorare sulla traccia, perché il cantante avrebbe dovuto solamente partecipare ai cori nella canzone Cool Cat, sempre contenuta nel disco Hot Space.

Quando finirono le registrazioni del disco nella primavera 1982, Bowie non fu contento del risultato e chiese che il suo contributo venisse cancellato; successivamente lui e Freddie Mercury decisero di mettersi a lavorare su un nuovo brano partendo proprio dall'incompiuta Feel Like che sarebbe diventata Under Pressure.

La versione finale della canzone nacque da una jam session che la band fece con Bowie nello studio di Montreux; per questo come autori del brano furono accreditati tutti e cinque i musicisti.

Il ritmo del basso fu inizialmente attribuito da John Deacon a David Bowie ma, in un'intervista a Brian May e Roger Taylor, i due componenti dei Queen dissero che l'idea era stata anche dello stesso Deacon.

La canzone inizialmente fu chiamata People On Streets, ma poi il titolo venne cambiato in Under Pressure.

Il brano è presente in tutti i greatest hits della band: in versione dal vivo come bonus track nell'edizione del 2004 di Greatest Hits, editata su Greatest Hits II e remixata su Greatest Hits III. Le versioni live del brano sono leggermente più veloci rispetto a quella originale.

Esecuzioni live

Il brano, seppur frutto di un progetto comune, fu inizialmente suonato dal vivo solo dai Queen. Bowie scelse di non eseguire il brano in pubblico fino al Freddie Mercury Tribute Concert nel 1992, con Annie Lennox nella parte di Mercury. Tuttavia, dopo la morte di Mercury, Bowie eseguì il brano in tutti i suoi spettacoli dal vivo dell'Outside Tour del 1995 in duetto con la bassista Gail Ann Dorsey.

La canzone è apparsa anche nelle registrazioni del A Reality Tour realizzate da Bowie nel 2004, in cui dedica il brano a Freddie Mercury. La canzone è stata recentemente eseguita dal vivo anche dai Queen con Paul Rodgers.

Video

Il videoclip della canzone non vide la presenza dei Queen e nemmeno di David Bowie a causa dell'impegno in tour degli artisti.

Spinto dalla necessità di produrre un video al più presto per accompagnare il lancio del singolo, il regista David Mallet montò insieme varie immagini di esplosioni, treni stipati di passeggeri, disordini, auto distrutte e spezzoni di film muti degli anni venti, tra i quali La corazzata Potëmkin di Sergej Michajlovič ĖjzenÅ¡tejnDr. Jekyll & Mr. Hyde di John S. Robertson, e Nosferatu il vampiro di Friedrich Wilhelm Murnau, capolavoro dell'espressionismo tedesco.

Il video celebra la mentalità sotto pressione di una società improntata ai consumi e al profitto, ma allo stesso tempo la gioia di vivere e di divertirsi: nel filmato ci sono anche scene di concerti con pubblico festante e parecchie scene di baci in bianco e nero (tra cui, ancora, scene di film muto in bianco e nero, come L'aquila, di Clarence Brown).


Album

Hot Space è il decimo album in studio della rock band britannica Queen, pubblicato per la prima volta in LP il 21 maggio 1982.

Il disco

Dopo l'enorme successo ottenuto con il singolo Another One Bites the Dust, contenuto nell'album precedente The Game, caratterizzato da una chiara influenza d'ispirazione funky e dall'uso di sintetizzatori (che fino al quel momento erano stati evitati dai componenti della band in quanto, sostenevano, fossero strumenti che ancora non avevano trovato un'"anima"), i Queen produssero un album nel quale, in molti brani, si sentirono riproposte e sviluppate la suddetta influenza (stavolta dichiaratamente funk) e, più generalmente, alcune delle sonorità che avevano caratterizzato parte dell'album precedente.

Questo esperimento non entusiasmò molti dei fan della band (già lo stesso album The Game aveva suscitato alcune perplessità a causa del sintetizzatore pur avendo avuto un buon apprezzamento, sia di critica, sia di pubblico), facendo sì che l'album Hot Space ottenesse un minore successo di vendita rispetto ai precedenti.

Non mancarono alcuni brani di grande successo, primo fra tutti Under Pressure, nato durante una jam session con David Bowie, seguito da Las palabras de amor (The Words of Love), che fu scelta dal gruppo per una delle sue rare apparizioni a Top of the Pops; importante anche la canzone Life Is Real, dedicata alla memoria di John Lennon, scomparso un anno prima l'8 dicembre 1980.

Per Calling All Girls fu girato un videoclip tratto dal film L'uomo che fuggì dal futuro di George Lucas. È una delle poche canzoni rock che si trova nel disco.

Pubblicazione e accoglienza

A causa delle sue sonorità dance-pop, Hot Space viene generalmente considerato da critica e pubblico uno dei dischi dei Queen più artisticamente insoddisfacenti.

Stephen Erlewine del sito Allmusic.com scrisse che era finito il tempo dove "la band proclamava fieramente di non usare sintetizzatori nei propri album", diventando invece improvvisamente un gruppo capace di dedicare un'intera facciata di un LP a suoni robotici, new wave, dance-pop, tutti sorretti da drum machine e colorati da tastiere, con la chitarra di Brian May che fa capolino solo occasionalmente.

Alex Petridis di The Guardian diede all'album due stellette su cinque e disse: «Come i Queen, la disco era melodrammatica, irrimediabilmente camp, con arrangiamenti stravaganti e onnivora in quanto ad influenze. O almeno lo è stata. All'epoca di Hot Space nel 1982, la disco music era diventata uno strambo, scheletrico e monotono sound elettronico sperimentato per primo dal DJ Larry Levan, che veramente non si addice proprio ai Queen».

Oggi la maggior parte della critica sostiene che in realtà l'album non fu capito perché in anticipo sulle sonorità del mercato musicale, e che alcune canzoni come Body Language e Back Chat (per le quali sono stati girati dei video, a detta degli stessi componenti della band, scarsi e poco curati sotto molti aspetti e raramente trasmessi) oggi sarebbero singoli di successo nelle classifiche o addirittura brani di nicchia per intenditore.

«Un buon pezzo di disco bianca scorrevole, brillante e ben sostenuto dall'elettronica. Roba forte», disse Sounds.


Artist

Queen sono un gruppo musicale rock britannico, formatosi a Londra nel 1970 dall'incontro del cantante e pianista Freddie Mercury con il chitarrista Brian May e con il batterista Roger Taylor; la formazione storica si è poi completata nel 1971 con l'ingresso del bassista John Deacon.

La band, conosciuta come una tra le più importanti della scena musicale internazionale, ha venduto circa 300 milioni di dischi nel mondo.

Tra le più importanti canzoni del quartetto si ricordano Bohemian Rhapsody, inserita sia da critici sia da sondaggi popolari tra le migliori canzoni di tutti i tempi, Somebody to Love,We Are the ChampionsDon't Stop Me Now e Crazy Little Thing Called Love di Mercury, We Will Rock YouWho Wants to Live ForeverI Want It All e The Show Must Go On di May, Radio Ga Ga e A Kind of Magic di Taylor e Another One Bites the Dust, I Want to Break Free e Spread Your Wings di Deacon.

Il gruppo ha riscosso nel corso degli anni un grandissimo successo di pubblico e ha avuto una forte influenza sulle generazioni e sui musicisti successivi.

I Queen, che attinsero principalmente al progressive, al glam rock e, soprattutto nei primi anni, all'hard rock, furono influenzati da generi musicali molto diversi, come heavy metal, gospel, blues rock, musica elettronica, funk e rock psichedelico.

Caratteristica del gruppo erano i loro concerti (707 in 26 nazioni dal 1971 al 1986) che, animati da Mercury, considerato uno dei più carismatici frontman di sempre, si trasformavano in spettacoli teatrali; la loro esibizione al Live Aid è stata votata da un vasto numero di critici come la migliore dell'evento.

La morte di Mercury

Nonostante fosse molto debilitato dalla malattia, Mercury non abbandonò la sua attività con il gruppo e il 14 gennaio 1991, venne pubblicato Innuendo.

Sia l'omonima canzone nel Regno Unito sia Headlong negli Stati Uniti, primi singoli del disco, ebbero un notevole successo; il primo, che arrivò a vendere in una settimana oltre 100.000 copie, rappresenta una piccola opera rock, composta di varie parti tra cui un assolo di flamenco eseguito da Steve Howe e May e collegata direttamente a Bohemian Rhapsody.

Il disco segna un parziale ritorno dei Queen alle origini, "chiudendo idealmente il cerchio artistico della band" e abbandonando l'anima pop-dance degli anni precedenti; "lo stile musicale degli anni settanta venne recuperato e rinnovato, fondendosi con nuove sonorità, rappresentando una raggiunta maturità compositiva e musicale".

A inizio maggio, i Queen tornarono a Montreux per ritornare subito al lavoro di un nuovo album. May iniziò inoltre un tour radiofonico in Nord America, per promuovere il nuovo sound della band; il chitarrista ebbe un'ottima accoglienza, dimostrando i progressi dei rapporti con il pubblico statunitense, dovuti anche alla mediazione della nuova casa discografica.

Nel corso degli ultimi mesi del 1991, le voci riguardanti una grave malattia di Mercury si fecero più pressanti, confermate anche dall'aspetto sofferente del cantante nelle rare occasioni in cui appare in pubblico.

Il 23 novembre 1991, Freddie Mercury decise di annunciare ufficialmente, attraverso un comunicato, di essere risultato positivo al test dell'HIV e di essere malato di AIDS. Morì il giorno seguente, a soli 45 anni, a causa di una broncopolmonite fomentata dall'AIDS, nella sua casa di Earls Court.

Video

Lyrics

Pressure pushing down on me
Pressing down on you no man ask for
Under pressure
That burns a building down
Splits a family in two
Puts people on streets

It’s the terror of knowing
What this world is about
Watching some good friends
Screaming “let me out”
Pray tomorrow gets me higher
Pressure on people
People on the streets

Chipping around
kick my brains on the floor
These are the days
It never rains but it pours

People on streets
People on streets

It’s the terror of knowing
What this world is about
Watching some good friends
screaming “let me out”
Pray tomorrow gets me higher
Pressure on people
People on the streets

Turned away from it all like a blind man
Sat on a fence but it don’t work
Keep coming up with love
but it’s so slashed and torn
Why
Love
Insanity laughs
under pressure
we’re cracking
Can’t we give ourselves
one more chance
Why can’t we give love
that one more chance
Why can’t we give love

Cause love’s such an old fashioned word
And love dares you to care
for the people
on the edge of the night
And love dares to change
our way of caring about ourselves
This is our last dance (x2)
This is ourselves
Under Pressure
Under Pressure
Pressure

Testo

La pressione mi butta giù
Ti schiaccia, nessuno lo vorrebbe
Sotto pressione
Che riduce in cenere un palazzo
Divide una famiglia in due
Getta le persone sul lastrico

E’ il terrore di sapere
Come è fatto il mondo
Guardo alcuni cari amici
Che gridano “tirami fuori”
Prego che domani riuscirò a risollevarmi
Pressione sulla gente
La gente per strada

Fatto a pezzi
Prendo a calci il mio cervello
Questi sono i tempi
In cui piove sul bagnato

La gente per strada
La gente per strada

E’ il terrore di sapere
Come è fatto il mondo
Guardo alcuni cari amici
che gridano ” tirami fuori”
Prego che domani riuscirò a risollevarmi
La pressione sulla gente
La gente per strada

Ho voltato le spalle a tutto come un cieco
Senza prendere decisioni, ma non funziona
Continuo a trovare l’amore
ma è così distrutto
Perché
L’amore
La follia ride mentre
noi andiamo a pezzi
sotto pressione
Non possiamo concederci
un’altra possibilità?
Perché non diamo all’amore
un’altra possibilità?
Perché non diamo amore?

Perché l’amore è una parola antiquata
E l’amore ti fa prender cura
delle persone
che vivono ai margini della notte
E l’amore ci fa cambiare il modo
di prenderci cura di noi stessi
Questa è la nostra ultima danza (x2)
Siamo noi stessi
Sotto pressione
Sotto pressione
Pressione

Rah Mix

Live 1985

Live 1981

David Bowie & Annie Lennox