Suggestions

The Strokes – Someday

The Strokes - Someday

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉


The Strokes - Someday

Someday è il terzo e ultimo singolo estratto da Is This It, il primo album della band statunitense The Strokes.


Is This It è l'album d'esordio del gruppo statunitense The Strokes, pubblicato nel 2001 dalla RCA/BMG.

Il disco

Osannati su entrambe le sponde dell'Atlantico, gli Strokes catturarono l'interesse di pubblico e critica, anche se la risposta del primo non seguì le previsioni. Nonostante ciò, Is This It ebbe successo grazie anche a una serie di canzoni come The Modern AgeLast NiteHard to Explain e Someday e portò l'LP al secondo posto nel Regno Unito e al 33esimo negli Stati Uniti.


The Strokes sono un gruppo musicale rock alternativo/indie rock formatosi a New York nel 1998.

Gli Strokes (letteralmente "I Colpi", o "I Movimenti"; «Il nome che ci siamo scelti può essere inteso sia come carezza sia come pugno - raccontano -. Perciò riflette perfettamente l'impatto della nostra musica: a volte duri e aggressivi, a volte delicati e melodici») si formano a New York alla fine del 1998, inizialmente composti di soli tre membri: il cantante e frontman Julian Casablancas, il chitarrista Nick Valensi e il batterista Fabrizio Moretti. Più tardi alla band si aggiungono Nikolai Fraiture al basso e Albert Hammond Jr. alla chitarra. Hammond, figlio d'arte, è invitato nella band dallo stesso Julian: i due infatti si erano conosciuti anni prima in una prestigiosa scuola svizzera.

La band ormai al completo debutta allo Spiral di New York, ottenendo un discreto successo di pubblico e stampa specializzata. Dopo questo concerto le esibizioni dal vivo degli Strokes continuano in tutta la Grande Mela fino al gennaio 2001, quando pubblicano in Inghilterra "The Modern Age EP" per l'etichetta indipendente Rough Trade. Nel corso del 2001 supportano il tour americano dei Doves e suonano coi Traildead in Inghilterra. Proprio nel Regno Unito gli Strokes lasciano estasiata la stampa:

«Siamo franchi nell'affermare che gli Strokes sono i più grandi "bastardi" che ci siano in giro al momento... Ci hanno mandato al tappeto con la passione e la purezza romantica del Punk Rock di New York, gli Strokes avanzano spavaldi con l'aria di poeti della strada che hanno mandato in pezzi la canzone pop, per sostituirla con la rabbia, l'incomprensione, l'odio, la libidine. Hanno illustrato in Technicolor e su schermo gigante tutte le frustrazioni dei giovani adulti...Ecco svelata l'essenza, a volte tanto profonda quanto casuale, dello stile di questi bardi fotogenici della Bowery.»
(New Musical Express, 17 febbraio 2001)

Nel settembre dello stesso anno esce in Europa l'album di esordio, Is This It, i cui suoni ricordano i primi anni settanta e si rifà allo stile dei Velvet Underground e dei Ramones.

Negli Stati Uniti, invece, la pubblicazione dell'album è posticipata di un mese, a causa dell'11 settembre, con una cover diversa e senza la canzone New York City Cops, sostituita da When It's Started.

In poco tempo l'album ottiene un successo insperato, e un tour mondiale porta in giro gli Strokes a diffondere la loro musica per tutto il 2002, mentre Casablancas, tra un'esibizione e un'altra, continua a scrivere altre canzoni per il successivo album.

Video

Lyrics

In many ways they'll miss the good old days
Someday, someday
Yeah, it hurts to say but I want you to stay
Sometimes, sometimes
When we was young, oh man, did we have fun?
Always, always
Promises, they break before they're made
Sometimes, sometimes
Oh, Maya says I'm lacking in depth

I will do my best
You say you wanna stay by my side
Darling, your head's not right
I see, alone we stand, together we fall apart
Yeah, I think I'll be alright
I'm working so I won't have to try so hard
Tables they turn sometimes
Oh, someday
No, I ain't wastin' no more time

Trying, trying
And now my fears, they come to me in threes
So I, sometimes
Say: "Fate, my friend
You say the strangest things
I find, sometimes"
Oh, my ex says I'm lacking in depth

Shit, I will try my best
You say you want to stay by my side
Darling, your head's not right
I see, alone we stand, together we fall apart
Yeah, I think I'll be all right
I'm working so I won't have to try so hard
Tables they turn sometimes
Oh, someday
I ain't wasting no more time

Testo

Per molti aspetti mancheranno loro i bei vecchi tempi
Un giorno, un giorno
Sì, fa male dirlo ma voglio che tu resti
A volte, a volte
Quando eravamo giovani, oh amico, ci divertivamo?
Sempre, sempre
Promesse, si infrangono prima di essere fatte
A volte, a volte
Oh, Maya dice che ho una mancanza dal profondo

Farò il mio meglio
Dici che vuoi stare con me
Tesoro, c'è qualcosa che non va nella tua testa
Vedo, da soli resistiamo, insieme cadiamo a pezzi
Sì, penso che starò bene
Sto lavorando così non dovrò provare così duramente
La situazione si capovolge a volte
Oh, qualche giorno
No, non sprecherò altro tempo

Provando, provando
E ora le mie paure, arrivano da me a gruppi di tre
Quindi io, a volte
Dice: "Destino, mio amico
Dici le cose più strane
Trovo, a volte"
Oh, il mio ex dice che manco di profondità

Merda, farò del mio meglio
Dici che vuoi stare con me
Tesoro, c'è qualcosa che non va nella tua testa
Vedo, da soli resistiamo, insieme cadiamo a pezzi
Sì, penso che starò bene
Sto lavorando così non dovrò provare così duramente
La situazione si capovolge a volte
Oh, qualche giorno
Non sprecherò altro tempo

Conan O’Brien

Live 2011

alcuni estratti sono presi da Wikipedia - alcuni testi sono presi da testicanzoni di MTV