U2 – Running To Stand Still

U2 - Running To Stand Still

Rui Cardo Suggestions presenta grandi classici e perle nascoste, versioni ufficiali e live ricercati.

Enjoy! 😉




U2 - Running To Stand Still

Song

«Dovrai piangere senza lacrimare, parlare senza pronunciare parole, urlare senza alzare la voce. (Running to stand still)»

Running to Stand Still è la quinta canzone dell'album The Joshua Tree del gruppo rock U2.

Storia

Questa canzone è un brano di denuncia sociale nei confronti dell'uso dell'eroina. Bono ha tratto ispirazione nello scrivere il testo da un fatto di cronaca avvenuto nella sua città natale: Dublino.

Più precisamente si trattava della storia di una coppia che era arrivata ad essere talmente dipendente dall'uso di questa sostanza stupefacente che erano arrivati al punto di vendere tutto per potersi procurare la loro dose quotidiana. Decisero, inoltre, di tentare di guadagnare denaro facendo i corrieri di una grossa quantità di droga.

Se la consegna fosse andata bene, loro sarebbero stati ricchi, altrimenti avrebbero passato molti anni in galera. L'autore, scosso da tale notizia, ha voluto cercare di capire le motivazioni che spingessero delle persone ad arrivare a tanto.

Ballymum

Ballymun, a nord di Dublino, vicino all’aeroporto. Divenne celebre perché nella econda metà degli anni Sessanta vi furono costruite sette torri di cemento alte 42 metri. Ad ognuna venne dato il nome di un eroe della Sollevazione di Pasqua, avvenuta in Irlanda tra il 24 e il 30 Aprile 1916 per ottenere l’indipendenza dall’Inghilterra.

C’era la torre dedicata al poeta Patrick Pearse, quella per James Connolly, quella al giornalista Thomas MacDonagh, e poi ancora ad altri patrioti come Sean MacDermott, Eamonn Ceannt, Thomas Clarke e Joseph Plunkett.

La nascita delle sette torri doveva essere la soluzione all’imponenete aumento demografico di Dublino, ma presto diventò un problema, creando una zona disagiata in cui finirono a vivere le famiglie più povere e in cui si diffuse molta criminalità. Bono era nato e cresciuto a Cedarwood Road, ma gli bastava attraversare il Poppintree Park per arrivare a Ballymun.

Bono a Ballymun

Conosceva bene la zona e i suoi disagi:

«quand’ero bambino, dietro casa nostra avevamo gli alberi: per me era una specie di foresta. Poi la tirarono giù per costruire le sette torri di Ballymun, i palazzi più alti di Dublino. All’inizio ci sembrava una cosa moderna, con gli ascensori e tutto il resto, ma quando la gente venne mandata via dal centro della città e costretta a vivere lì, iniziarono i problemi.

Ci abitavano anche persone splendide, ma lì dentro c’erano troppe esistenze rovinate. E dopo qualche anno Ballymun raggiunse il più alto numero di suicidi in Irlanda»

Running To Stand Still racconta la storia di una delle molte esistenze perdute degli appartamenti di Ballymun: una tossicodipendente arrivata al suo momento di resa. Bono l’aveva conosciuta durante i suoi giri per le torri assieme all’amico Guggi, che per un periodo aveva abitato lì.

Sette torri e un’unica via d’uscita,la protagonista del pezzo è una donna consumata dall’eroina che aveva trascinato nella dipendenza anche il marito, costretto ad andare ad Amsterdam una volta al mese a comprare la droga per poi spacciarla e mantenere la dipendenza di entrambi.

Il titolo

Il titolo del brano emerse durante un dialogo tra Bono e suo fratello Norman, che da poco aveva aperto un negozio. Le cose però non sembravano andare bene e a una precisa domanda, Norman aveva risposto a Bono che ce la stava mettendo tutta, ma che era come “correre restando fermi”. Un’immagine che il frontman degli U2 associò subito alle vite dei tossicodipendenti, costretti all’immobilità dalla propria schiavitù.


Album

The Joshua Tree è il quinto album degli U2, pubblicato il 9 marzo 1987 dalla Island Records. Il disco è stato prodotto da Brian Eno e Daniel Lanois.

The Joshua Tree è considerato da molti come il miglior album della band, nonché uno dei migliori della storia della musica. Difatti, ha vinto il premio come album dell'anno alla cerimonia dei Grammy Award del 1988 ed occupa la posizione 26 nella lista dei 500 migliori album secondo la rivista Rolling Stone.

Descrizione

Dopo The Unforgettable Fire, il gruppo decide di volgere la loro attenzione verso le radici della musica statunitense e cominciano ad esplorare il blues, il country e il gospel. Inoltre, gli U2 frequentano i gruppi irlandesi The Waterboys e Hothouse Flowers e intuiscono una sorta di musica irlandese indigena mescolata con il folk statunitense.

L'amicizia con Bob Dylan, Van Morrison e Keith Richards spinge la band a guardare alle radici del rock e Bono dà prova del suo talento di autore di testi e canzoni. Gli U2 vogliono cominciare a costruire partendo dalle atmosfere di The Unforgettable Fire ma cercano anche un suono più duro all'interno della stretta disciplina della struttura della canzone tradizionale, piuttosto che la sperimentazione spesso sfuocata dell'album precedente.

Scrive la rivista Rolling Stone il 7 maggio 1987: «La bellezza selvaggia, la ricchezza culturale, il vuoto spirituale e la feroce violenza dell'America vengono esplorati per ottenere degli effetti di fatto in ogni aspetto di The Joshua Tree; già nel titolo e nelle immagini sulla copertina dell'album, il blues e il country si mescolano chiaramente nella musica... Infatti, Bono dice che "smantellare la mitologia dell'America" rappresenta una parte importante dell'obiettivo artistico di The Joshua Tree

Amnesty International

Gli U2 interrompono le sessioni dell'album nel 1986 per fare da "headline" nel tour con Amnesty InternationalA Conspiracy of Hope Tour. Piuttosto che rappresentare una distrazione, il tour aggiunge un'intensità e un potere extra alla loro nuova musica, fornendo un'ulteriore dimostrazione di ciò che volevano dire.

Nel suo viaggio del 1986 a San Salvador e in Nicaragua, Bono assiste in prima persona alle angherie a cui sono sottoposti i contadini nei conflitti interni e questo influenza molto l'album, soprattutto in Bullet the Blue Sky e Mothers of the Disappeared.

Nell'album si contrappongono l'antipatia verso gli Stati Uniti, compresa la rabbia per la politica estera degli USA dell'amministrazione Reagan in America Centrale, ed il fascino profondo della campagna americana, gli spazi immensi, la libertà e ciò che rappresenta.

La band vuole un tipo di musica con un senso di "location", una qualità "cinematica". La musica e le parole sono disegnate sull'immaginario creato dalle opere degli scrittori statunitensi conosciute dagli U2. Secondo Bono, l'album è ispirato e influenzato più dalla geografia che dalla gente.

Il disco è influenzato dal country e dal blues. Durante la registrazione di Silver and Gold con Keith Richards, Bono e Richards ascoltano il blues, il country, la pop music americana degli anni cinquanta, tutte influenze che, combinate con i primi "riferimenti" di Bono (Patti Smith, Bob Dylan), producono un effetto sulla canzone e sull'intero album.

L'album è stato registrato, in parte, negli studi Sun a Memphis (dove sono stati registrati i primi fondamentali album di rock and roll, negli anni '50, dai primi singoli di Elvis Presley fino a quelli di Jerry Lee Lewis).

Yucca

La yucca brevifolia, ovverosia l'albero di Joshua "originale" della copertina del disco

Il titolo dell'album fa riferimento alla Yucca brevifolia, detta appunto albero di Joshua (traduzione inglese di Giosuè), pianta originaria del sud ovest degli Stati Uniti (CaliforniaArizonaUtah e Nevada).

Accoglienza e riconoscimenti

Intitolato The Joshua Tree come "tributo" all'America (piuttosto che come metafora), l'album è uscito nel marzo del 1987. Ha debuttato al numero uno nelle classifiche inglesi e altrettanto rapidamente ha raggiunto i vertici delle "charts" americane. Gli U2 sono diventati con The Joshua Tree la quarta rock band a comparire sulla copertina di Time (dopo i Beatles, The Band e The Who).

Con The Joshua Tree gli U2 hanno vinto i loro primi due Grammy Award, per l'album dell'anno e per la miglior performance rock eseguita da un gruppo.

Nel 1989, la rivista Rolling Stone ha inserito l'album al terzo posto nella lista dei 100 migliori album degli anni ottanta e al numero 26 in quella dei 500 migliori album di tutti i tempi. Inoltre nel 2001, The Joshua Tree è risultato il sesto album nella lista dei migliori album di "Musica Cristiana Contemporanea" di tutti i tempi della rivista CCM Magazine.

L'album ha venduto circa 28 milioni di copie in tutto il mondo, oltre 10 milioni di copie soltanto negli Stati Uniti, e rappresenta il più grande successo di vendite degli U2.

Nel 2014 è stato inserito nella National Recording Registry dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti d'America in quanto «culturalmente, storicamente, ed esteticamente significativo».

Singoli

With or Without You e la versione gospel di I Still Haven't Found What I'm Looking For sono stati pubblicati come singoli ed hanno raggiunto abbastanza velocemente la vetta delle classifiche negli USA. Anche il singolo Where the Streets Have No Name ha avuto molto successo.

Inoltre, In God's Country è stato pubblicato come 45 giri nel Nord America riscuotendo un modesto successo mentre One Tree Hill è uscito in Nuova ZelandaRed Hill Mining Town, inizialmente bocciato come possibile singolo, è stato poi realizzato durante le prove del "Joshua Tree Tour".

Spanish Eyes e Deep in the Heart sono uscite come lato B di I Still Haven't Found What I'm Looking ForLuminous Times (Hold on to Love) e Walk to the Water di With or Without YouSweetest ThingSilver and Gold e Race Against Time di Where the Streets Have No Name.

Un certo numero di canzoni uscite come "lato B" erano state inizialmente prese in considerazione per una versione "doppio album" di The Joshua Tree. Bono è stato il più grande sostenitore di questa versione estesa dell'album ma alla fine The Edge ha deciso per la versione definitiva con 11 tracce.

Significato delle canzoni

Artist

Gli U2 sono un gruppo musicale rock irlandese formatosi a Dublino nel 1976. Il gruppo è composto da Paul David Hewson, in arte Bono (cantante), David Howell Evans in arte The Edge (chitarrista), Adam Clayton (bassista) e Larry Mullen Jr. (batterista).

La famosa rivista Rolling Stone li colloca al 22º posto nella lista dei più grandi artisti musicali di sempre e sono considerati tra le più grandi celebrità musicali della storia.

Nel 2005, appena raggiunto il termine minimo dei 25 anni di carriera, sono stati introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame.

Durante la loro carriera hanno venduto oltre 170 milioni di dischi, ricevuto il maggior numero di Grammy Award per un gruppo con 22 premi, vinto 2 Golden Globe ed ottenuto 2 nomination ai Premi Oscar.

Il quartetto irlandese vanta anche altri primati quali, essere l'unica band al mondo ad avere occupato la vetta statunitense della Billboard Chart per 4 decenni consecutivi ed aver ottenuto con il loro U2 360Âş Tour il record di spettatori (7.272.046 in 110 date) e di incassi (736.421.584 dollari) per un tour musicale.

Fin dagli esordi, gli U2 si sono occupati della questione irlandese e del rispetto per i diritti civili, improntando su questi temi anche buona parte della loro attività artistica. Inoltre, gli U2 sono tra i pochi gruppi internazionali a potersi vantare di aver sempre mantenuto la propria formazione originale.

Video

Lyrics

And so she woke up
From where she was lying still
Said we got to do something
About where we're going
Step on a steam train
Step out of the driving rain
Maybe run from the darkness in the night
Singing Ha
Ha La La La De Day (x3)

Sweet the sin
But bitter the taste in my mouth
I see seven towers
But I only see one way out
You got to cry without weeping
Talk without speaking
Scream without raising your voice, you know
I took the poison, from the poison stream
Then I floated out of here
Singing
Ha La La La De Day (x3)

She runs through the streets
With her eyes painted red
Under black belly of cloud in the rain
In through a doorway she brings me
White gold and pearls stolen from the sea

She is raging
She is raging
and the storm blows up in her eyes
She will suffer the needle chill
She's running to stand still

Testo

E così lei si alzò
Da dove stava distesa immobile
Disse dobbiamo fare qualcosa
A proposito di dove stiamo andando
Saltare su di un treno a vapore
Uscire dalla pioggia che ci sospinge
Magari scappare dalle tenebre nella notte
Cantando Ha
Ha La La La De Day (x3)

Dolce il peccato
Ma amaro il sapore nella mia bocca
Vedo sette torri
Ma vedo solo una via d'uscita
Tu devi piangere senza versare lacrime
Esprimerti senza parlare
Urlare senza alzare la voce, lo sai
Io presi il veleno, dal torrente avvelenato
Poi volai fuori di qui
Cantando
Ha La La La De Day (x3)

Lei corre per le strade
Con i suoi occhi colorati di rosso
Sotto il ventre nero di una nuvola nella pioggia
Attraverso un ingresso mi porta
Oro bianco e perle rubate dal mare

Si sta arrabbiando
Si sta arrabbiando
e la tempesta esplode nei suoi occhi
Lei patirà il gelo dell'ago
Lei sta correndo per restare ferma




Live 1987




Rattle & Hum




Live 1993